Mamma, figlia e nonna perse nel bosco, ritrovate a notte fonda

MASSA-CARRARA – Week end nei boschi a cercare funghi, è finita l’estate ed è arrivata la stagione delle lunghe passeggiate. Questo fine settimana però, la stazione di Carrara e Lunigiana del Soccorso Alpino e speleologico ha dovuto fronteggiare svariate emergenze.

La prima ha riguardato tre donne, mamma figlia e suocera che, nei pressi di Tavernelle, avevano deciso di andare a cercare funghi ma successivamente si sono perse senza riuscire più a tornare indietro.

Ieri sera, intorno alle 22, sono stati avvertiti i soccorsi dopo la chiamata di un uomo per allertare il mancato rientro delle due donne e della piccola.

Immediato l’intervento di Sast e carabinieri che grazie al contatto telefonico con la moglie è stato possibile risalire alla posizione delle malcapitate e così sono state ritrovate a notte inoltrata in una stradina isolata in mezzo a un bosco.

Altro importante intervento si è svolto nel comune di Fivizzano dove, i tecnici sono intervenuti questa mattina intorno alle 8 nella frazione di Mommio, per soccorrere un cercatore di funghi caduto in un canalone. Impiegati nell’operazione gli uomini Sast e presente anche il Pegaso per il trasporto dell’uomo in ospedale.