Ultime News

Marcello Lippi lascia la Nazionale di calcio cinese

Marcello Lippi lascia la panchina della Nazionale di calcio cinese “a contratto scaduto” dopo la Coppa d’Asia negli Emirati Arabi Uniti dove la corsa dei “Dragoni rossi” si è fermata ieri ai quarti di finale per il secco 3-0 incassato contro l’Iran. Ad Abu Dhabi, in conferenza stampa alla fine del match, l’ex ct degli Azzurri campioni del mondo nel 2006 non ha accettato domande leggendo una breve dichiarazione. “Voglio ringraziare tutti qui perché questa partita chiude il mio contratto con la Nazionale cinese”, ha detto Lippi, secondo i media cinesi. “E’ stato davvero un grande onore per me guidare una così importante squadra di un così importante Paese come la Cina”. La Chinese Football Association chiamò Lippi nel 2016 dopo 4 gare di fila senza vittorie (di cui 3 sconfitte) nelle qualificazioni al Mondiale 2018. Pur mancando l’obiettivo di Russia 2018 per un soffio, Lippi impressionò i fan per il miglioramento del gioco, soprattutto in termini di agonismo e motivazione. In precedenza era stato prima allenatore e poi direttore tecnico del Guangzhou Evergrande, sempre in Cina.

«Abbiamo regalato a una squadra come l’Iran tre gol in una partita così importante», ha sottolineato l’ex allenatore della Juve, «i nostri giocatori hanno fatto del loro meglio durante il girone, ma stanotte non voglio dire loro grazie». Il miglioramento sul piano tecnico della nazionale allenata dal tecnico di Viareggio è stato riconosciuto, dopo la partita, anche dal ct dell’Iran, Carlos Queiroz. «Lippi è uno dei più grandi allenatori della storia del calcio», ha detto. «È un peccato che non possa rimanere con la Cina. Ci siamo incontrati due anni fa, per le gare di qualificazione per i mondiali, e da allora la Cina è diventata più organizzata e meglio preparata».