Marco Piagentini commenta la frase di Gargini: “E’indecente e inaccettabile strumentalizzare la strage di Viareggio”

2

VIAREGGIO – “E’ veramente indecente e vergognoso, se per stupidità ignoranza o volontà, un rappresentante istituzionale si permetta in un consiglio comunale di pronunciare simili parole”.

Sulla frase, “Le case di Viareggio le butta giù il gas, non le amministrazioni”, detta, ieri, dal consigliere di Viareggio Democratica durante il consiglio comunale sull’asse di penetrazione e in merito all’abbattimento del palazzo di via Indipendenza che ospita 9 famiglie ( LEGGI ANCHE: “Le case a Viareggio le butta giù il gas, non le amministrazioni…”, la frase del consigliere scatena l’web: “Vergogna” )  interviene il presidente del Mondo Che Vorrei, Marco Piagentini, che in quella notte di fuoco, a causa della strage ferroviaria, ha perso moglie e due figli piccolissimi:

“Per noi, per le persone che non ci sono più, e per Viareggio è oltremodo inaccettabile che per una discussione politica si strumentalizzi la strage di Viareggio.

Pochi giorni fà abbiamo incontrato il Sindaco che oltre a prendersi direttamente un impegno per il Tavolo del 29, aveva sottolineato con forza quanto sia bieco e vile strumentalizzare politicamente la strage di Viareggio.
Ci dispiace che nessuno nel consiglio comunale si sia indignato e che ancora ad oggi nessuno abbia preso le distanze da parole cosí offensive; perché, che sia stato fatto per ignoranza, per dabbenaggine o per malafede politica, Viareggio non può e non tollera nessun giustificazione sulla Strage ferroviaria. Noi familiari chiediamo a quel consigliere che mediti su quello che ha detto, scusandosi con le 32 vittime, i suoi familiari e la città di Viareggio, e se persona con un briciolo di dignità e serietà dovrebbe fare un passo indietro e dimettersi”.

2 comments

  1. giuliano 21 Novembre, 2017 at 19:31

    Dalla prima battuta del moretti tante altre si sono susseguite, tutti state sullo stesso piano.E vero a Viareggio il gas ha buttato giu le case facendo tante vittime a voi non e toccato ma un briciolo di rispetto sarebbe dovuto, lo stesso che non avete avuto firmando per ultimi quel documento sulla sicurezza sui binari, forse non condividendolo. State attenti perche le amministrazioni cadono per volere dei cittadini.UNO SPIACEVOLE EPISODIO!!!

  2. Giuseppe De Stefano consigliere comunale del Gruppo Misto 22 Novembre, 2017 at 09:43

    Nella foga di protagonismo, di cui qualche volta anch’io sono vittima, è tollerabile lo sproloquio tra gli addetti al dibattito politico. Solo una notevole inadeguatezza ed incompetenza del ruolo ricoperto ha reso possibile che “l’autorevole capo gruppo dell’ex lista di Viareggio Democratica”, compisse un incomprensibile ed ingiustificato oltraggio ai sopravvissuti della dolosa tragedia di via Ponchielli per zittire un cittadino presente ai lavori che protestava giustamente per un presunto futuro danno. Mi associo alla reprimenda del Presidente del “Mondo Che Vorrei” e lo informo che non ero presente quando la “frase incriminata ” è stata pronunciata altrimenti avrei all’istante redarguito, come sono solito fare, l’incauto ed impreparato oratore: il consigliere comunale, già di ex lista Viareggio Democratica, Giuseppe De Stefano

Post a new comment