Massimo Mallegni sulla rapina a Carrara: “Paese ostaggio di predoni perché depenalizza i reati”

CARRARA – “Il paese è ostaggio dei predoni. Ed è colpa della legge (che non c’è) se criminali ordinari e bande armate si permettono di saccheggiare case ed appartamenti. Sanno perfettamente che lo Stato è assente e non ha i mezzi per evitarlo. Carrara è solo uno dei tanti casi di saccheggio violento in un paese dove la proprietà privata è violabile. La vicenda della rapina armata nella villa di un imprenditore di Carrara, a Fossone, legato e picchiato con la moglie mentre era in casa, riporta all’attualità la necessità di ristabilire, a fianco del diritto della legittima difesa, la necessità estrema di alzare le difese previste dalla legge a tutela di cittadini ed imprese”.

E’ Massimo Mallegni, candidato al Senato con Forza Italia nelle elezioni politche, a dire la sua in merito alla rapina di ieri

“Le nostre case non sono più sicure e la colpa è di chi ha sostenuto la depenalizzazione di 112 reati, tra cui il furto semplice, le lesioni colpose, le percosse, che ha di fatto reso legale il saccheggio. 112 reati che non sono più punibili con il carcere ma solo con una multa. Il Governo avrebbe dovuto costruire più carceri ed inasprire le pene piuttosto che garantire l’impunità a chi svaligia le nostre case, entra nei nostri letti, minaccia la nostra vita. E’ una barzelletta italiana: in casa tua non ti puoi difendere e se lo fai rischi di passare dalla parte del torto mentre il ladro è parte lesa, e nel caso venga beccato il criminale si becca solo qualche ore in Questura per poi essere liberato. La recidiva è la prassi. Il caso di Carrara è solo la punta dell’iceberg: i criminali sanno perfettamente che il nostro paese non ha gli strumenti per fermarli. E’ il paese dei balocchi”: è il commento di Massimo Mallegni, vice coordinatore vicario di Forza Italia e tra i sostenitori della prim’ora del diritto alla legittima difesa. Mallegni è candidato per Forza Italia nel collegio uninominale Toscana 5 che comprende Lucca e Massa Carrara e capolista nel listino proporzionale Toscana 1 che comprende Lucca, Massa Carrara, Pistoia, Prato e Firenze. “Nessuno vuole il far west, nessuno vuole legalizzare lo sparo facile, ma dobbiamo mettere in condizione il sistema paese di difendersi e di non lasciare passare il messaggio che tutti possono entrare nelle nostre case per derubarci, picchiarci, sequestrarci”.

La sicurezza è uno dei punti centrali del programma di Forza Italia: “introdurremo il principio che la difesa è legittima – spiega Mallegni – e metteremo al bando il furto in appartamento. Se tu entri nella mia proprietà io devo avere il diritto di difendere me stesso e la mia famiglia. Deve essere chiaro. Il lavoro da fare a monte è tanto: dall’impiego delle forze armate per la sicurezza delle città, più agenti e Carabinieri in strada, più videosorveglianza e investimenti sulla pubblica illuminazione ed un inasprimento delle pene per chi delinque”.