Maurizio Battista, serata unica in Versiliana

MARINA DI PIETRASANTA – Stagione di spassosi bilanci e di ironiche valutazioni per Maurizio Battista che – sempre al passo con i tempi – propone un’analisi dettagliata degli ultimi cinquant’anni della nostra vita. Domenica in Versiliana alle 21.30

Non proprio un’Agenda Monti, ma certamente una catena di critiche pungenti e di incisivi buoni propositi suggeriti da chi la realtà del quotidiano la sa leggere molto bene.

Partendo dai sacrifici dei nostri nonni e dei nostri genitori – attraversando provocatoriamente vizi e virtù dei nostri tempi – Battista si svincola dal mondo della politica per ridere con tagliente ironia delle nostre responsabilità, delle scelte che abbiamo fatto negli anni, di come le abitudini sono cambiate, fino alla domanda fatidica: possiamo davvero chiamarlo progresso?

“Una Serata unica” il titolo che è tutto un programma, perché è una serata davvero unica e irripetibile, come tutti gli spettacoli di Maurizio Battista, sempre basati sull’improvvisazione.

Vado a braccio, la scaletta è solo un’idea di quello che voglio raccontare al pubblico volta per volta, sera per sera – commenta -. Sono un “selvatico”, potrei seguire la stessa scaletta centinaia di volte e il risultato sarebbero centinaia di spettacoli diversi, le mie sono tutte serate uniche.

Maurizio Battista

Inizia a fare teatro da giovanissimo, nel 1978. Dal 2001 inizia a fare teatro col suo primo show, Vatte a fidà, al Teatro Sistina a Roma. Dal allora la sua carriera si divide fra teatro e programmi televisivi. Ancora oggi l’attività teatrale è una grande componente della sua carriera e Battista dimostra sempre la versatilità e la comicità romana.

Ha esordito in televisione nel 1989 partecipando come comico e co-conduttore alla nona edizione di Fantastico affiancando Massimo Ranieri, Anna Oxa e Giancarlo Magalli. All’inizio degli anni novanta viene notato da Pippo Baudo che lo vuole a fianco, sempre come comico, nel programma Partita doppia in onda su Rai 1.

È tornato in televisione nel 1996 dove ha riscosso grande successo partecipando al Dopofestival di Sanremo. Nel 1999 è approdato in Mediaset partecipando allo show satirico Seven Show.

Nel 2003 è tornato in televisione ed ha esordito su La7 nel programma comico Assolo. Nel 2004 va in onda su Rai 2 il suo one-man show Era meglio da piccoli in due puntate che raccoglie un buon successo (circa 3 milioni di telespettatori). Nel 2004 è tornato in Mediaset divenendo uno dei volti più noti del programma satirico Colorado rimanendovi sino al 2007. Nella stagione 2006/2007 ha condotto una edizione di Buona Domenica su Canale 5. Nello stesso anno è tornato in RAI prendendo parte al programma Quelli che il calcio per due edizioni sino al 2009.

Dal 2009 al 2011 ha condotto su Rai 2 per tre edizioni il suo nuovo one-man show Sempre più convinto. Nel 2010 ha preso parte ai programmi Voglia d’aria fresca sempre in veste di comico, e Ballando con le stelle stavolta come concorrente. Nel 2012 ha condotto per quattro puntate il suo nuovo one-man show Il mio secondo matrimonio sempre in onda su Rai 2. A settembre 2014 conduce Striscia la notizia insieme a Leonardo Pieraccioni.

All’inizio degli anni novanta comincia la carriera di attore. Ancora oggi l’attività di attore occupa una buona parte del suo tempo.

Questa è la sua filmografia:

  • Uno anzi due, regia di Francesco Pavolini (2015)

    Un fantastico via vai, regia di Leonardo Pieraccioni (2013)

    L’ultima ruota del carro, regia di Giovanni Veronesi (2013)

    Si può fare l’amore vestiti?, regia di Dario Acocella (2012)

    Finalmente la felicità, regia di Leonardo Pieraccioni (2011)

    Una cella in due, regia di Nicola Barnaba (2011)

    Napoletans, regia di Luigi Russo (2011)

    Il figlio più piccolo, regia di Pupi Avati (2010)

    Tra due mondi, regia di Fabio Conversi (2001)

    Viola bacia tutti, regia di Giovanni Veronesi (1998)

    Finalmente soli, regia di Umberto Marino (1997)

Lascia un commento