Maxi rissa nel campionato Juniores: ventiquattro squalificati

Sono ben ventiquattro, dodici della società Casellina di Firenze e altrettanti della Fortis Juventus 1909 di Borgo San Lorenzo, i giovani calciatori della categoria Juniores squalificati dal giudice sportivo territoriale del Comitato regionale Toscana, per un totale di 60 giornate complessive. I suddetti “Hanno preso parte attivamente ad una rissa sul terreno di gioco”, si legge nel bollettino ufficiale. L’accaduto risale al 2 febbraio, in occasione della partita Casellina-Fortis Juventus 1909 valida per il campionato Juniores under 19 regionale. Al 87esimo minuto di gioco, l’arbitro è stato costretto a sospendere la partita, con gli ospiti in vantaggio per 1 – 0, a causa di una rissa che ha coinvolto numerosi componenti delle squadre. Le sanzioni disciplinari più pesanti (6 turni) inflitte a un calciatore del Casellina per aver colpito con un pugno al volto un avversario. Sei turni anche per un giocatore della Fortis per aver tirato un calcio alla testa a un avversario. Ai due club inoltre è stata decretata la perdita della gara per 0-3, e inflitta una multa di 200 euro.