Meningite B: grave una donna di 32 anni

Nell’ambito territoriale di Lucca si è registrato un caso di meningite da meningococco B in una giovane donna di 32 anni, residente a Lucca. La paziente è ricoverata all’ospedale “San Luca” in prognosi riservata: le sue condizioni vengono definite stazionarie dai sanitari.

La donna, che era vaccinata contro la meningite C, nella giornata di sabato 16 febbraio avrebbe iniziato ad accusare febbre e malessere generale, attribuendoli ad una sindrome influenzale. In seguito le sue condizioni sarebbero peggiorate, fino al ricovero all’ospedale di Lucca. Qui, a seguito degli accertamenti del caso, è stata fatta la diagnosi di sepsi meningococcica e nella giornata di lunedì 18 febbraio dall’Azienda ospedaliero-universitaria Meyer di Firenze è arrivata la conferma che si tratta di meningite di tipo B. È stato nel frattempo messo in atto tutto il percorso della profilassi. La struttura di Igiene e sanità pubblica di Lucca ha infatti già attuato le misure necessarie per i contatti più stretti e prolungati con la giovane donna.