Merce contraffatta, a Massa blitz congiunto di Polizia e Municipale

0

MASSA – La vendita in spazi non autorizzati e la commercializzazione di prodotti con marchi contraffatti è stata oggetto di attenta valutazione in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

E’ una fenomenologia connessa spesso con problematiche legate alla presenza di stranieri irregolari sul territorio nazionale e costituisce un aspetto capace di incidere sul settore del commercio in dettaglio del territorio.

E’ stato perciò considerata la possibilità di intensificare l’azione svolta dagli organi competenti in materia, con particolare riguardo alla Polizia Municipale di Massa, alle quale verrà di volta in volta assicurato ausilio da parte della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri affinchè le operazioni di contestazione degli illeciti e l’eventuale sequestro di oggetti falsi avvenga senza turbare la presenza degli altri avventori. L’impegno coordinato, inoltre, servirà a concentrare le risorse della Polizia Municipale verso gli aspetti di violazione delle norme sul commercio e la gestione dei mercati all’aperto, lasciando alle Forze di Polizia ed all’Ufficio Immigrazione della Questura la gestione degli eventuali aspetti connessi alla posizione sul territorio nazionale degli stranieri fermati.

Nella mattina di ieri, le pattuglie della Polizia Municipale con il supporto delle Volanti della Questura hanno effettuato un servizio congiunto presso il mercato del venerdì a Marina di Massa.

Non è stato difficile individuare 4 persone che esponevano parecchi oggetti in spazi non autorizzati e che tentavano di vendere merce contraffatta.

Mentre altri abusivi si dileguavano alla vista del personale di polizia, venivano effettuate le prime contestazioni e sequestri di merce, con il successivo accompagnamento dei soggetti in Questura, essendo gli stessi tutti e 4 stranieri extracomunitari. E’ stato possibile recuperare complessivamente 265 pezzi tra borse, portafogli e giubotti, tutti recanti marchi contraffatti e trasferirli presso gli Uffici della Polizia Municipale per la verbalizzazione del sequestro.

L’intervento “chirurgico”, svolto da 4 equipaggi della Polizia di Stato tra tante persone che ordinariamente si recano al mercato settimanale, non ha avuto alcuna ripercussione per gli avventori.

Uno dei fermati nascosto tra contenitori di rifiuti, all’esterno del mercato, al momento del fermo ha aggredito due Agenti di Polizia, uno della Squadra Volante ed un altro del Reparto Prevenzione Crimine Toscana di Firenza, che lo immobilizzavano e lo trasportavano in Questura, procurando agli stessi delle contusioni al viso.

Oltre al cittadino straniero denunciato anche per violenza e resistenza a pubblico Ufficiale, sono state contestate le violazioni penali ed amministrative di cui sopra.

Per 2 dei quattro fermati sono state avviate le procedure previste per l’espulsione dal territorio nazionale.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: