Ultime News

Migranti, Mazzoni: “Tasse al massimo per chi lucra sul business”

0

PIETRASANTA – “La protesta degli abitanti di Capriglia è quanto mai opportuna. Ci troviamo davanti ad una scelta scellerata, che impone ad una piccola comunità di 200 abitanti la presenza di 20 immigrati. Una scelta folle. Perché non mandano nuclei familiari? Dove sono le donne e i bambini? Li hanno lasciati in guerra?”. Così Daniele Mazzoni, ex Vicesindaco del Comune di Pietrasanta, commenta la situazione di disagio venutasi a creare nella frazione di Capriglia, nel Comune di Pietrasanta (Lu) dove, a seguito del bando della prefettura per l’anno 2018-2019, è stata selezionata in via delle Piane una struttura per accogliere 20 richiedenti asilo. Proprio a causa di questa decisione non verrà avviata un’attività di bed and breakfast, che sarebbe dovuta sorgere nell’immobile sito proprio affianco alla struttura che all’inizio dell’anno 2018 verrà adibita all’accoglienza di 20 venti immigrati.

“Non condivido il business dell’accoglienza -continua Mazzoni – chi amministrerà Pietrasanta dovrà scoraggiare queste attività, incrementando i tributi per coloro che sfruttano l’attività di accoglienza per meri scopi economici. Cari imprenditori dell’accoglienza, mettete in conto alle vostre spese anche la tassazione locale, perché agiremo su tutte le voci possibili per scoraggiare questa attività economica a nostro parere vergognosa”.

Il piano d’azione proposto da Daniele Mazzoni prevede che la Tari venga commisurata alla produzione dei rifiuti rilasciata dallo stabile d’accoglienza, con una tariffa specifica pensata ad hoc per queste strutture. Qualora si tratti invece di strutture ricettive, queste pagheranno anche la tassa di soggiorno.

Mazzoni conclude affermando che: “A Pietrasanta non si fa speculazione sulla pelle degli immigrati e a danno della nostra comunità. I nostri veri imprenditori devono essere tutelati da chi  spera di lucrare sulle difficoltà altrui. Visto che a queste persone non importa del benessere della nostra comunità, allora verranno colpiti nel portafoglio, dove forse sono più sensibili”.

No comments