Mimmo D’Alessandro sul ‘concertone’: “in testa alcuni grandi nomi, ma attendo risposte sul tema sicurezza”

Ancora in stand-by il concertone sulle Mura del Summer Festival 2019. Il patron della manifestazione Mimmo D’Alessandro ha già in testa i nomi di alcuni grandi artisti e band, ma attende risposte e soprattutto le autorizzazioni prima di iniziare una trattativa. Anche per non ripetere le difficoltà legate alla burocrazia e all’applicazione delle normative sulla sicurezza per il concerto di Roger Waters. Concerto che fu già annunciato ufficialmente il 6 dicembre.

Sotto l’aspetto dell’iter dovrà essere convocata una commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli (composta da rappresentanti di questura, prefettura, genio civile, Asl e), probabilmente dopo il 20 gennaio. Un progetto praticamente definitivo che dovrà ottenere il via libera. Il Comune, per bocca del sindaco Tambellini, ha difeso i grandi eventi come Summer Festival e Comics.

E il concertone all’ex Balilla è uno degli appuntamenti più importanti e attesi in Toscana e in Italia. Adesso è il momento delle decisioni ha fatto capire il patron del Summer, perché i tempi rischiano di diventare stretti per accappararsi i big e magari un’esclusiva nazionale. La data terzo maxi evento nello scenario delle Mura urbane sarà probabilmente tra il 16 e 20 luglio o nella settimana per ora libera tra 20 e 27 (ma presto saranno annunciate nuove serate). I nomi? Tra i papabili potrebbe esserci l’ex Beatles Paul Mc Cartney. In Europa sono in tour anche i Foo Fighters, l’anno scorso contattati dal promoter della D&G prima di approdare a Firenze.

Niente polemiche da parte di D’Alessandro, ma la necessità di avere certezze, in particolare sulla capienza con l’obiettivo di una forbice tra 35 e 45 mila spettatori, dipenderà dalle disposizioni sulla sicurezza, ma comunque più dei 25 mila per l’ex leader dei Pink Floyd. Il direttore artistico del Summer fa capire che per lui la macchina del nuovo concerton” sarebbe in grado di partire. «Siamo pronti, i progetti di allestimento dell’area sono stati consegnati al Comune e gli spazi occupati saranno gli stessi. Spero si arrivi quanto prima ad una conclusione. Del resto sotto le Mura ci sono già due precedenti del calibro di Rolling Stones e Roger Waters».
Queste intanto le date ufficiali del Summer Festival 2019, 12 appuntamenti con oltre 35 mila biglietti già venduti: Elton John (già sold out per lo show d’addio) e ancora pochi biglietti per Mark Knopfler; Take That (28 giugno),Francesco De Gregori e orchestra (30 giugno), Toto (5 luglio), Elton John (il 7), Macklemore (il 9), Tear for Fears (il 10), New Order e Elbow (il 12), Mark Knofpler (il 13), Eros Ramazzotti (il 16), Good Bad e Queen (il 20), Scorpions (il 27), Sting (il 29).