“Minacciato di morte invocando Allah”, la lettera al deputato leghista sequestrata dalla Digos

PISA – Ha ricevuto una lettera anonima con minacce di morte. Lo denuncia, su Fb, il deputato leghista Edoardo Ziello. Un sedicente musulmano lo avrebbe attaccato per il suo no all’ipotesi di realizzazione di una nuova moschea a Pisa. La missiva, scritta in stampatello e con un italiano stentato, è stata recapitata alla sede pisana del Carroccio e già sequestrata dalla Digos.
“Qualche islamico – scrive Ziello sul social network – ha pensato bene di minacciarmi di morte, invocando Allah, ipotizzando la mia testa a penzoloni dalla moschea. Ora capite perché esiste un problema con l’Islam? Queste minacce non mi toccano minimamente, ma anzi, rafforzano ancora di più le mie convinzioni”.