Minori a rischio di abuso e/o maltrattamenti

0

LUCCA – Dalla tutela del minore attraverso l’affermazione dei diritti umani al protocollo Mi.Ri.A.M. (Minori a Rischio di abuso e/o maltrattamenti), questo il tema del Convegno tenutosi stamattina a Palazzo Ducale, organizzato dalla Prefettura di Lucca in collaborazione con la Provincia.

Le mani di un bimbo che cerca di impedire una violenza è l’immagine riprodotta nel pieghevole relativo all’iniziativa, intesa a perseguire l’obiettivo della prevenzione e del contrasto al fenomeno della pedofilia e di qualsiasi altra forma di violenza e/o abuso in danno di minori.

Ad introdurre l’argomento il Prefetto Giovanna Cagliostro, coordinatrice del progetto, salutata da una platea numerosa ed attenta con una copiosa presenza di studenti del Liceo Classico Machiavelli, dell’Istituto Civitali, del Liceo Scienze Umane, del Polo Tecnologico Fermi-Giorgi, del Liceo Artistico Passaglia e dell’Istituto Pertini, accompagnanti da docenti, dirigenti scolastici e dal Dirigente dell’ufficio Scolastico Territoriale.

Intensa e partecipata l’attenzione da parte del pubblico, costituito anche da Autorità ecclesiastiche, civili e militari su un tema così delicato, affrontato dal punto di vista sociologico, giuridico e medico. Presenti anche tutti i sottoscrittori del Protocollo (Procura della Repubblica, Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara, Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri, Azienda Toscana Nord Ovest, Conferenza Zonale dei Sindaci della Piana di Lucca, della Valle del Serchio e della Versilia).

“Il diritto alla felicità” – ha sottolineato il Presidente della Provincia nel portare i suoi saluti ai presenti – è un diritto irrinunciabile del bambino”.

Il Sindaco Tambellini ha voluto evidenziare come la scuola abbia un ruolo centrale nel sistema sinergico che in provincia di Lucca ha trovato attuazione per effetto del Protocollo Mi.Ri.A.M.

A seguire i saluti dei Presidenti delle Conferenze Zonali dei Sindaci della Garfagnana e Valle del Serchio e della Versilia, i quali, con estrema sensibilità, hanno manifestato il massimo impegno nell’intento di garantire la felicità del fanciullo.

Ha rivolto il suo saluto agli studenti ed agli insegnanti anche il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale invitando i giovani ad imparare a “saper essere” e sottolineando il valore educativo dell’iniziativa.

“Amore, Ascolto, Accoglienza e Accompagnamento sono le quattro A per combattere la violenza e la devianza giovanile”, “La crisi è culturale, mai come oggi ci servono percorsi e processi educativi” – sono le parole della socio-psicologa Serenella Pesarin, che ha inteso porre al centro l’essere, le relazioni e l’opportunità di una riflessione critica, fornita dall’occasione di questa mattina

L’Avvocato Molè si è soffermata in particolare sulla dignità della persona umana e sulla violenza, invitando alla comunicazione efficace per prevenire abusi e maltrattamenti. Ha poi parlato di diritti umani per lo sviluppo della persona umana a cominciare dalla libertà e dalla educazione ed ha concluso poi il suo intervento, richiamando alla responsabilità insegnanti, famiglia e agenzie educative, perché “l’abuso è un ombra sul cuore” .

Il Protocollo Mi.Ri.A.M è stato presentato da un suo componente, il dott. Raffaele Domenici, che ha ripercorso le tappe di un lavoro di rete cominciato nei primi anni del 2000, con l’intento di fornire un approccio multidisciplinare da parte di un equipe di medici pediatri, neuropsichiatri e Servizi Sociali del Territorio, a servizio di chi, come gli insegnanti, si rivolge loro perché in dubbio su un possibile segno di violenza.

E nell’ambito della prevenzione opera anche la Neuropsichiatria infantile, come ha messo in evidenza la dott.ssa Milianti che ha preso la parola al termine del Convegno, fornendo spunti di approfondimento sui segnali del disagio del bambino e sugli abusi, evidenziati nei cambiamenti improvvisi.

Numerose le domande fatte ai relatori dagli studenti presenti in sala.

In conclusione il Prefetto Cagliostro ha annunciato l’avvio dei seminari di formazione diretti agli insegnanti referenti, indicando le date del 16 febbraio presso la Sala Mario Tobino della Provincia per gli insegnanti delle Scuole di Lucca e della Piana, il 15 marzo presso Villa Argentina a Viareggio per gli insegnanti della Versilia ed il 13 Aprile a Gallicano per La Media Valle e la Garfagnana.

No comments