Mobilitazione per Gino, il malato di Sla senza nutrimento

Firenze- Gino Votta, 62 anni, ex imprenditore di Ponte a Egola, è malato di Sla (la malattia di Borgonovo) da tempo. L’uomo ha bisogno di tre sacche alimentari da 500 calorie l’una che vengono fornite dall’ospedale di Empoli. Quando la moglie, rimasta con poche confezioni a disposizione, il 10 gennaio si è recata alla farmacia territoriale di Empoli per ritirare la sua fornitura, i responsabili della struttura le hanno detto che il materiale non era disponibile, che erano dispiaciuti ma che non potevano farci niente.

L’associazione nazionale che sostiene i malati di Sla si è immediatamente mobilitata per aiutarlo.

I referenti in zona sono pronti, da quanto si apprende, a mettersi a disposizione della famiglia. E’ quanto legge sulla Nazione di Empoli.