“Mungai ha copiato il nostro programma elettorale”, l’accusa arriva da Bari

0

MASSAROSA – Chi ha copiato? Mentre l’ex sindaco di Cassano, in provincia di Bari,  Maria Pia Di Medio, primo cittadino, Vito Lionetti, di aver copiato un documento al Comune di Massarosa ( leggi  Di Medio: “Lionetti ha copiato le Linee Programmatiche: dia .. ) la controparte si difende e va all’attacco: “E stata Massarosa a copiare noi”.

Un fatto analogo accadde nel maggio del 2013, tra Isernia e Camaiore, e l’accusa fu quella di presunto ‘plagio’ di programma elettorale, a Isernia, per un candidato sindaco, due giorni prima dell’apertura dei seggi elettorali per le Comunali, da parte del candidato sindaco della coalizione di centrodestra Giacomo D’Apollonio secondo cui ”il candidato sindaco del centrosinistra propone, a Isernia, un programma elettorale interamente copiato da quello presentato dall’attuale sindaco del Comune di Camaiore, Alessandro Del Dotto”. Nel programma anche ”due manifestazioni storiche per Camaiore ma improponibili per Isernia”. D’Apollonio, generale della Guardia di Finanza in pensione, in una conferenza stampa aveva messo a confronto il programma elettorale del sindaco toscano e quello di Luigi Brasiello, candidato del centrosinistra a Isernia.”E’ una presa in giro per i cittadini. Anche gli obiettivi da realizzare nei primi cento giorni di governo sono identici”, aveva detto. ”Il loro programma – aveva aggiunto D’Apollonio – da subito mi e’ sembrato tratto dal libro dei sogni, perche’ irrealizzabile per il nostro territorio. Sono bastate piccole verifiche per trovare l’inganno. Abbiamo scoperto che e’ interamente copiato da un programma proposto per un altro contesto territoriale, decisamente diverso dal nostro”.”Di analogie ce ne sono molte – commentò allora Alessandro Del Dotto, contattato telefonicamente  -, tuttavia, dico che è un bene che la politica copi le buone idee (l’Italia è un Paese avvezzo a copiare tanto per dire che fa qualcosa di nuovo e, spesso, è finata col copiare cose non giuste) e i valori che stanno alla base di alcune proposte programmatiche che, però, ognuno deve calare in stretta connessione con la propria realtà territoriale. Dunque, il “plagio di programma elettorale” non esiste (lo avrei detto, a maggior ragione e magari con una punta di orgoglio in più se c’avesse copiato un candidato di centrodestra…). Unico appunto: magari le manifestazioni locali originali e irripetibili del nostro Comune è bene sapere che sono e restano di Camaiore. Comunque “in bocca al lupo” al candidato di centrosinistra Brasiello”.

La verità mori fanciulla, ipse dixit… Ma nel caso Cassano Massarosa chi ha ragione?

Riguardo il programma di mandato “copiato da Mungai” doveva essere all’odg del consiglio comunale di domani – fa sapere il consigliere di opposizione Alberto Coluccini -: “E’ stato chiesto in conferenza capogruppo di rinviarla al prossimo, e nessuno di noi per il vero ha obiettato niente”

No comments