Muore nel sonno il Prefetto di Lucca Leopoldo Falco

LUCCA – “Stamattina, molto presto, ho saputo dell’improvvisa morte del Prefetto Leopoldo Falco che si era insediato a maggio a Lucca. In queste poche settimane di lavoro ho avuto modo di apprezzare in lui le migliori doti di uomo delle istituzioni, una disponibilità non comune e un immediato interesse a impegnarsi per trovare soluzioni ai problemi più importanti della città e del suo territorio.

Il dispiacere di avere perso il prefetto Falco è davvero molto soprattutto dal punto di vista umano: ho trovato in lui una grande professionalità, un senso dello Stato e una signorilità nei modi e nel carattere che sono davvero rari. Per questo la sua prematura scomparsa lascia Lucca attonita e privata di un punto riferimento per tutta la comunità. Anche a nome della Giunta comunale esprimo alla famiglia i sentimenti del più vivo cordoglio”.

Il sindaco Alessandro Tambellini esprime il dolore per la perdita del prefetto Falco.

“Una grave perdita per le istituzioni. Nelle occasioni di confronto avute, abbiamo avvertito fin da subito non solo una sua grande sensibilità ai problemi del nostro territorio, ma anche una sua grande preparazione e forza di volontà. Le nostre condoglianze alla famiglia”.
SiAmoLucca, Lucca in Movimento, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega

«Apprendiamo con sincero dispiacere della morte del prefetto Leopoldo Falco e siamo vicini alla famiglia in questo triste momento. Recentemente avevamo avuto modo di aprire un confronto con il prefetto Falco e avevamo immediatamente riscontrato in lui una profonda attenzione, rispetto e interesse per i problemi che avevamo sollevato, sia quelli inerenti il comparto agricolo, sia quelli relativi al mondo degli anziani. In lui avevamo trovato non solo un interlocutore attento, ma anche fattivamente propositivo: per questo pensiamo che, da oggi, il nostro territorio sia un po’ più povero».

Il presidente della Cia Toscana Nord, Gian Piero Tartagni e la presidente dell’Anp-Cia Toscana Nord, Giovanna Landi

La notizia della scomparsa del prefetto Lopoldo Falco è arrivata all’alba di questa mattina, improvvisa e inaspettata.
Persona corretta e leale, avevamo imparato in questi mesi a conoscerci lavorando sia alla preparazione degli eventi estivi, sia per la sicurezza della Città: giusto ieri in una delle tante lunghe telefonate, ormai sempre più consuete, ci eravamo reciprocamente aggiornati sulle questioni inerenti Viareggio.
Alla famiglia vanno le più sentite condoglianze, da parte mia e di tutta l’Amministrazione comunale.

Giorgio del Ghingaro, Sindaco di Viareggio

“Siamo rimasti profondamente colpiti dalla notizia. Era una persona aperta all’ascolto e volenterosa di stabilire un intenso rapporto con le realtà del territorio. Anche se arrivato a Lucca da pochi mesi aveva da subito intrapreso un fattivo dialogo con la società civile e, quindi, anche con Lucca Crea srl, in vista del festival di Lucca Comics & Games. Abbiamo avuto modo di apprezzare la sua empatia, il nostro pensiero va ora alla famiglia“

Lucca Crea, il presidente Mario Pardini e il direttore generale Emanuele Vietina

“Sono sinceramente dispiaciuto della morte, improvvisa e prematura, del prefetto Leopoldo Falco. La sua scomparsa priva la nostra provincia di un punto di riferimento istituzionale molto prezioso.
Da subito ho apprezzato in lui la serietà, la professionalità e il profondo senso delle istituzioni e dello Stato. Una persona disponibile, impegnata, desiderosa di conoscere il territorio e chi lo anima, lo sostiene, lo promuove e lo vive.
A nome mio e di tutta la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca esprimo alla famiglia i sentimenti del più profondo cordoglio”.
Il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Marcello Bertocchini.