Ultime News

Musica alta e disturbo alla quiete pubblica, locale chiuso per tre giorni

0

LUCCA – La Divisione Polizia Amministrativa ha notificato al pubblico esercizio “Vinarchia” del centro storico di Lucca, il provvedimento di sospensione delle autorizzazioni amministrative per la somministrazione di alimenti e bevande per la durata di tre giorni.
Il provvedimento vede la sua origine in una proposta, trasmessa dalla Polizia Municipale di Lucca, di adozione del provvedimento ex art. 100 TULPS, per l’obiettiva esigenza di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica dei cittadini, con riferimento ad un episodio avvenuto in data 2 gennaio 2016.
In quell’occasione, infatti, agenti della Polizia Locale, su segnalazione di un privato cittadino per disturbo alla quiete provocato dalla musica ad alto volume proveniente dal locale, hanno constatato la presenza, nel tratto di strada antistante l’ingresso, di una cinquantina di avventori intenti a consumare bevande.
Dopo aver invitato il titolare del locale ad abbassare il volume della musica, gli agenti della Polizia Municipale sono stati aggrediti verbalmente con frasi ingiuriose da alcuni clienti che stazionavano all’esterno del locale, tanto da indurre personale dipendente della Questura, libero dal servizio, ad intervenire in ausilio della Polizia Municipale al fine di identificare alcuni avventori.
Circa trenta persone, accalcatesi presso l’auto della Polizia Municipale, hanno chiesto provocatoriamente e con notevole animosità di essere tutte identificate, provocando uno stato di tensione nei confronti del personale operante.
Si segnala, inoltre, che, già il 4 settembre del 2014, lo stesso locale era stato destinatario di un provvedimento, da parte di quest’Ufficio, di diffida a non porre in essere comportamenti che avrebbero potuto ripercuotersi negativamente sull’ordine e sicurezza pubblica. In quell’occasione, infatti, era stato accertato che, in concomitanza della manifestazione “Notte Bianca 2014” del mese di agosto, il Vinarchia aveva diffuso musica ad alto volume ben oltre l’orario stabilito, avendo tra l’altro favorito l’assembramento di numerosi avventori all’interno del locale e nel tratto di strada antistante, con potenziale compromissione dell’ordine pubblico.
Pertanto, poiché la ratio dell’art. 100 TULPS è quella della tutela della sicurezza dei cittadini e dell’ordine pubblico in generale, compromessi in quella circostanza, il Questore della Provincia di Lucca ha emesso il provvedimento di sospensione ex art. 100 TULPS.

No comments