Mutamenti climatici: “Ha ragione Obama”

0

LUCCA – «Lo ha detto chiaramente il presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama: ‘Siamo la prima generazione a sentire gli effetti del riscaldamento globale e l’ultima che può fare qualcosa’. Un monito chiaro, che sprona i governi di tutto il mondo a mettere in pratica delle politiche condivise per ‘dare ossigeno’ al nostro Pianeta. Un monito che non si può non condividere».
A dirlo è la presidente della Provincia di Lucca, Maura Cavallaro, che nel corso dei due mandati Baccelli ha avuto sempre la delega all’Ambiente e che sottolinea come l’ente di Palazzo Ducale abbia da sempre promosso una politica che guarda a una corretta politica ambientale, volta soprattutto alla salvaguardia dell’ambiente.

«In una realtà relativamente piccola quale quella della provincia di Lucca – prosegue Cavallaro – abbiamo avuto modo di verificare con mano i danni che i cambiamenti climatici stanno causando: un tempo sostanzialmente impazzito, con precipitazioni torrenziali e periodi di lunga siccità mette a dura prova il territorio sia da un punto di vista sociale per i disagi e danni che causa, sia ovviamente da quello economico. Per questo, come Provincia, abbiamo da sempre promosso azioni che andassero nella direzione della tutela dell’ambiente e della salvaguardia degli equilibri climatici. Lo abbiamo fatto partendo dalle scuole, con progetti volti proprio alla diffusione di un’educazione dei più piccoli alla salvaguardia degli equilibri ambientali, poiché siamo convinti che proprio i bambini siano i migliori ‘ambasciatori’ di queste tematiche. Negli anni, inoltre, abbiamo attuato delle politiche di agevolazione tariffaria per la verifica dei vecchi impianti, consapevoli che piccole azioni come questa possono dare grandi risultati soprattutto nel tempo, prevenendo la diffusione dell’inquinamento da polveri sottili, estremamente dannoso per l’ambiente e l’uomo».

Ma l’azione dell’ente di Palazzo Ducale si è indirizzata anche verso altre e più importanti mete: «Siamo stati – afferma la presidente della Provincia – tra i promotori del progetto Life Pioneer, che è stato coordinato dal Servizio Ambiente della Provincia e ha fruttato al Distretto cartario di Capannori l’attestato Emas, che valuta l’impatto ambientale delle aziende».
L’«Eco-Management and Audit Scheme» (Emas) infatti è uno strumento volontario creato dalla Comunità Europea nell’ambito del Quinto Piano d’Azione a favore dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile ed attualmente disciplinato dal Regolamento CE n. 1221/2009. Ad esso possono aderire tutte le organizzazioni (aziende, enti pubblici, ecc.) che intendano impegnarsi per conseguire continui miglioramenti delle proprie prestazioni ambientali attraverso l’introduzione e l’attuazione di sistemi di gestione ambientale, la valutazione obiettiva e periodica di tali sistemi, l’informazione del pubblico e di tutti gli altri soggetti interessati.

«Da ultimo, ma non certo per importanza – conclude Maura Cavallaro – vorrei ricordare i molti eventi di divulgazione scientifica che l’amministrazione provinciale ha organizzato. Momenti di riflessione con scienziati ed esperti, come quello con il climatologo Giampiero Maracchi, che ci hanno permesso di confrontarci con una realtà che dobbiamo affrontare oggi, affinché domani possiamo consegnare alle nuove generazioni una Terra ancora in salute».

No comments