Stato di necessità: “Se vedi un cane chiuso in auto, fai una foto e rompi il vetro: non lasciarlo morire”

“Stato di necessità. Non è punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di salvare sè od altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui non volontariamente causato, nè altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia proporzionato al pericolo”. Cosi recita l’articolo 54 del codice penale e chi ama i 4 zampe rilancia: “Se vedi un cane chiuso in una macchina quando fa estremo caldo, fai una foto e poi rompi il finestrino. In questo modo non sarai accusato di danni  e la Polizia avrà prove per portare i proprietari di questi cani in tribunale. L azione della rottura del vetro per salvare un animale è considerata legittima in base all’art. 54 del codice penale che, in questi casi, riconosce lo stato di necessità. L’estate sta arrivando! 🐶🐕. Non lasciare che gli animali soffrano”.

Lasciare incustodito il proprio peloso in auto durante le calde giornate estive è infatti un reato punito dalla Legge: la temperatura interna dell’abitacolo sale in fretta, anche se si tengono i finestrini abbassati e l’animale può rischiare di morire. Bastano pochi minuti perché un cane vada in contro ad un esito fatale.

Lascia un commento