Nel giorno di Colombo a New York si celebra l’orgoglio Italiano

NEW YORK – ( di Eleonora Pieroni ) – Era il 12 ottobre del 1492 quando Colombo, convinto di aver raggiunto le Indie, sbarcava in un’isola delle Bahamas che chiamò San Salvador, ogni anno l’evento viene ricordato in gran parte delle Americhe.

Negli Stati Uniti nel 1937, con il Presidente Franklin Roosevelt, il Colubus Day divenne festa nazionale, nel 1971 Richard Nixon stabili’ che venisse celebrato il secondo lunedì del mese di ottobre con parate e spettacoli di ogni genere.

A New York il Columbus Day vive il suo momento di maggior importanza, sulla Fifth Avenue, dove circa 35.000 persone partecipano all’imponente parata con oltre 100 bande, carri, gruppi e quasi un milione di spettatori. Come ogni anno si compie cosi’ la piu` grande celebrazione al mondo della cultura italo-americana, uno spettacolo da non perdere assolutamente!

Festeggiando il proprio compleanno gli Stati Uniti tributano il giusto riconoscimento al fondamentale apporto che la popolazione italo-americana ha dato e tutt’ora dà al progresso degli States e soprattutto alla nascita ed alla vita della stessa città di New York.
Milioni di nostri connazionali nei secoli, sulla falsa riga di Colombo, hanno sfidato il destino ed affrontato un viaggio lungo e un tempo assai difficile, per iniziare una nuova vita negli USA, molti hanno avuto successo, tutti insieme hanno costituito un valore aggiunto di fondamentale importanza per il progresso degli Stati Uniti d’America.

Tra i milioni di volti sconosciuti, voglio citare giusto due nomi di italo americani che, grazie al proprio talento, sono riusciti a segnare il formidabile sviluppo di questa nazione, Martin Scorsese nel mondo del cinema e Mario Cuomo in quello della politica.

Ma il Columbus Day non è solo la parata, altri due importantissimi eventi segnano questa giornata a New York, la Santa Messa che viene celebrata la mattina nella Cattedrale di St. Patrick Cathedral e la cena di gala che si tiene al Grand Ballroom del Waldorf Astoria, quale riconoscimento della lunga e solida amicizia che da sempre unisce Italia e States. E’ cosi’ che a New York è il Columbus Day è divenuto il giorno dell’orgoglio italiano!

Per chi come me vive e lavora con passione e gioia in questa città, portando in ogni momento l’Italia nel cuore, per chi come me, proprio vivendo all’estero ha riscoperto quanto possa essere forte l’amore per le proprie origini, questa è una giornata di orgoglio ed emozione particolare.

Passeggiando per il Columbus Circle, sotto la statua di Cristoforo Colombo, posta in cima ad una colonna di granito alta 21 metri e decorata con rilievi in bronzo raffiguranti le tre caravelle Niña, Pinta e Santa Maria, avrei voglia di gridare al mondo quale immensa fortuna sia essere nata Italiana.

Lascia un commento