Notte dei ricercatori 2014. Bobbio a Pisa e Cascina

0

FIRENZE –  Una passeggiata lungo i 12 stand che caratterizzano, a Pisa, l’edizione 2014 di “Notte dei Ricercatori”: a compierla, in largo Ciro Menotti, saranno – attorno alle 17 di domani, venerdì 26 settembre – l’assessore regionale alla Ricerca, Emmanuele Bobbio, il sindaco Marco Filippeschi, il rettore dell’Università di Pisa Massimo Augello, la coordinatrice del programma toscano Katherine Isaacs, i rappresentanti degli enti partner (CNR, Scuola Superiore Sant’Anna, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia).

Analoga passeggiata, anche per l’assessore Bobbio, subito dopo, nell’area CNR di Pisa (qui sono allestiti intriganti “laboratori aperti” con un programma che include oltre 100 attività) e poi, attorno alle 18:30, spostamento nel laboratorio “Virgo” in Santo Stefano a Macerata (Cascina) – con l’ex ministro Maria Chiara Carrozza e il sindaco di Cascina Alessio Antonelli – per accendere il fascio laser nell’interferometro e per inaugurare così una “carta” destinata a rilevare, per la prima volta dopo quasi un secolo da che Einstein ne previde l’esistenza, le onde gravitazionali.

Pensata per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca, “Notte dei Ricercatori” si svolge ogni quarto venerdì di settembre, dal 2005, in molte città europee (quest’anno, sotto il titolo “Bright”, circa 300). Per la Toscana (la Regione ha stanziato 30 mila euro: 10 mila per ciascun ateneo) le città coinvolte sono le tre universitarie (Firenze, Pisa e Siena) con un pacchetto di iniziative pensato per un pubblico curioso di capire una ricerca che vuole mostrarsi anche nel suo volto concreto e spendibile per la vita quotidiana.

Negli stand pisani la ricerca è declinata, con gli stand, in molte sfaccettature divulgative: inquinamento atmosferico e nuove tecnologie di comunicazione, linguistica e molecole bioattive, vulcani e oceani, polpi robotici e prospettive per i cuori infartuati, energia dalle onde marine e viaggi spaziale …

Iniziative, dalla ricerca pisana, anche a Viareggio con il laboratorio CNR di Archeomagnetismo: geologia e vulcanologia a portata dei ragazzi per capire come funziona un vulcano e come si possono datare i reperti archeologici. L’appuntamento viareggino (ore 17) è in Villa Borbone.

No comments