Nuovi casi di Covid-19 a Lucca, l’appello di Menesini: “vi prego di prendere sul serio le indicazioni”

LUCCA – “E’ il momento di condividere le responsabilità” e fare quadrato contro il coronavirus. E’ l’appello che fa il sindaco di Capannori, Luca Menesini, al territorio colpito dai primi casi dell’influenza che tanto viene temuta.

“Care cittadine, cari cittadini – scrive Menesini -: vi prego di prendere sul serio le indicazione contenute nel decreto emesso mercoledì dal Governo. Bisogna cambiare per qualche settimana il nostro stile di vita: rinunciamo alle attività sportive al chiuso dove non si può garantire la distanza, a uno sport dove c’è contatto fisico, a un affollamento per festeggiare qualcosa. Rinunciamoci per qualche giorno”.

“Anche se godiamo di ottima salute, facciamolo per le persone più fragili che vivono intorno a noi. Ringrazio quindi le associazioni sportive, culturali e gli organizzatori di eventi che stanno seguendo le indicazioni degli esperti, con fatica e responsabilità. È il momento della responsabilità condivisa, è il momento di dimostrare quanto la solidarietà sia la forza del nostro Paese. Non bisogna pensare solo a se stessi, bisogna pensare a tutti”.

“Siamo di fronte – ha aggiunto Menesini – a un virus dall’alta contagiosità, se rispettiamo le regole di comportamento e annulliamo gli eventi culturali e sportivi possiamo vedere – tutti insieme – di riuscire a diluire, ridurre, rallentare il picco dei contagi. Un obiettivo che deve essere di tutti, perché dobbiamo permettere al sistema sanitario – a medici, infermieri, volontari di protezione civile – di lavorare bene in questa emergenza”.

“E a proposito della nostra sanità – aggiunge -, fatemi dire un grazie di cuore ai medici, agli infermieri, ai sanitari tutti e ai volontari che stanno lavorando sodo in questi giorni, con una professionalità e passione che il Mondo ci invidia. Non guardiamo al Coronavirus nè con allarmismo nè con superficialità. Bisogna guardarci con responsabilità. Facciamo uno sforzo, facciamolo sul serio. Tutti, nessuno escluso. L’Italia è un grande Paese: è il momento di agire unitamente nell’interesse di tutti”.