Offese a Carlo Azeglio Ciampi durante la partita Livorno Lucchese, daspo per gli ultras rossoneri

LIVORNO – Dopo i quattro tifosi denunciati all’Autorità Giudiziaria sulla base dei primi accertamenti effettuati in relazione ai cori di contenuto apologetico, discriminatorio ed offensivo della memoria  del Presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, scanditi da frange “ultras” della tifoseria ospite durante il minuto di raccoglimento osservato prima dell’inizio dell’incontro di calcio Livorno Lucchese,  svoltosi domenica 18 settembre 2016 allo stadio “Armando Picchi”, a seguito di ulteriori indagini condotte dalla Digos di Livorno in stretta collaborazione con la Digos di Lucca sono stati identificati e denunciati altri quattordici tifosi che, come documentato dalle registrazioni del sistema di audio-video-sorveglianza dello stadio, hanno partecipato a tali cori.

Si tratta dei seguenti tifosi della Lucchese, nei confronti dei quali il Questore di Livorno ha altresì emesso provvedimenti di divieto di accesso nei luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive (DASPO): F. di anni 21, C. M. di anni 21, C. R. di anni 31, C. N. di anni 28, C. F. di anni 21, D. D. R. di anni 30, D. V. A. di anni 29, R. E. di anni 37,  R. L. di anni 19, V. G. di anni 28, Z. M. di anni 22: tutti sottoposti a DASPO per anni 5; P. di anni 63: sottoposto a DASPO per anni 2; M. di anni 32, già destinatario nel 2013 di provvedimento di DASPO anni 3 emesso dal Questore di Lucca, P. F. di anni 31: già destinatario, nel 2006 e nel 2011, di due provvedimenti di DASPO, rispettivamente di anni 3 ed anni 2, il primo emesso dal Questore di Pisa, il secondo dal Tribunale di Lucca come pena accessoria: entrambi sottoposti a DASPO per anni 5 con obbligo di comparizione presso la Questura di Lucca in occasione di tutte le partite della Lucchese, convalidato in data odierna dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Livorno.

 

Lascia un commento