Ultime News

On. Erika Mazzetti: I balneari chiedono regole chiare

La Deputata di Forza Italia Erica Mazzetti: “Domande a cui occorre avere risposte chiare. Senza attendere il 1 giugno. Sarebbe infatti troppo tardi”

Come da più parti già testimoniato, la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Conte ha creato piu’ dubbi e timori di prima sulle riaperture e su quella che doveva essere una Fase 2 ma che si è rivelata essere soltanto una Fase 1 e mezzo.

Fra i tanti lavoratori ancora in ricerca di chiarimenti e di notizie sul proprio futuro lavorativo, vi sono i Balneari che dalla serata delle ultime comunicazioni Governative, hanno solo appreso che riapriranno (probabilmente viene da dire…) il prossimo 1 giugno senza alcuna informazione aggiuntiva.

Il settore dei Balneari, lo diciamo da tempo ormai noi di Forza Italia, percepisce la prospettiva di una stagione estiva piuttosto “fredda” . D’altronde come emerso dalla stampa, l’Emergenza Coronavirus ha provocato cancellazioni in tutte le destinazioni turistiche tanto che il fenomeno si sta propagando in modo importante in tutta Italia col conseguente crollo delle prenotazioni.

I gestori degli stabilimenti sono i primi ad avere interesse nel far rispettare le normative igienico sanitarie imposte dall’emergenza Covid-19. Si stanno già infatti organizzando per la futura sanificazione quotidiana. Si chiede adesso soltanto che il Governo Conte sia chiaro sul come organizzare le spiagge e soprattutto si pretendono informazioni molto dettagliate sull’allestimento degli arenili, sulle distanze degli ombrelloni e sulla gestione anche della cosiddetta battigia nei confronti dei clienti. Si potrà infatti o no distendersi sopra? Ed infine tutti i materiali richiesti per la sanificazione potranno essere acquistati dai balneari con particolari sgravi?

Domande a cui occorre avere risposte chiare. Senza attendere il 1 giugno. Sarebbe infatti troppo tardi, e per molti Balneari arrivati a quel punto, sarebbe più conveniente addirittura non aprire.”