On. Zucconi (FdI): “Assurda la chiusura dell’ufficio turistico di Viareggio. Se continuiamo così, la città muore”.

Viareggio (Lu) – “Assurdo che Viareggio perda l’unico info point della città e che rimanga così l’unico comune della Versilia a non avere un ufficio preposto all’accoglienza dei turisti”.

Commenta così l’Onorevole Riccardo Zucconi la cessata attività dello sportello turistico viareggino di Viale Carducci, che con il 30 settembre ha chiuso i battenti trasferendo le due impiegate all’ufficio informazioni in piazza della stazione a Lucca.“Lo sportello è in balia di tre enti diversi (la Provincia di Lucca che è proprietaria dei locali, il Comune di Lucca che, in quanto capoluogo, aveva ereditato la gestione dell’info point e infine Viareggio) ma guarda caso a rimetterci è solo il comune versiliese, senza il minimo commento da parte dell’amministrazione comunale” – prosegue il deputato.

“A cosa servono stati generali e tavole rotonde, se poi in città manca l’a,b,c del settore turistico, ovvero l’accoglienza e la promozione? Come si può parlare di futuro e progetti a lungo termine? Il turismo di una città non si può basare solo due concerti in spiaggia (e ben vengano)!. E’ vero che oggi molto corre sulla rete, quindi contatti, prenotazioni, informazioni sono sempre più cercate online, ma è altresì vero che ci sono molti, moltissimi turisti (ed essendo un imprenditore del settore ne sono testimone in prima persona), che ancora chiedono la cartina di una città, il dèpliant di una manifestazione, la locandina di un evento e così via, cercando un  posto ad hoc dove poter andare per farsi consigliare e lasciarsi guidare alla scoperta della nostra bella terra. Chiedo pertanto lumi all’amministrazione comunale di Viareggio – conclude Zucconi – perché questo non sia un ulteriore passo verso la disfatta turistica di cui tanto si parla”.