On. Zucconi (FDI): “Consentire l’asporto anche di bevande”

Trovo inconcepibile vietare l’asporto di bevande e consentire al contempo quello dei cibi; vorrei capire quale criterio è stato usato per imporre questa grave limitazione. Tanto più se si pensa che una persona può ordinare due brioche e due cappuccini a domicilio, mentre se li chiede da asporto il barista può consegnare solo le brioche. Davvero assurdo. Finchè la situazione non tornerà ad una sorta di normalità questa formula, insieme a quella della consegna a domicilio, sarà l’ unica possibilità di incasso per molte attività: i comuni dovrebbero pertanto con un’ordinanza ad hoc consentire a ristoranti, bar, pasticcerie, pizzerie e gelaterie l’asporto anche di bevande, oltre a quello già concesso di cibi cotti e preparati. Non credo possano in nessun modo nuocere alle misure di sicurezza anti coronavirus. Così come dovrà essere sempre consentito l’asporto e il delivery per bar e ristoranti anche presso gli ombrelloni e gli stabilimenti in generale, come abbiamo recentemente proposto nei dieci punti per la rinascita economico-turistica della provincia di Lucca. Lo afferma Riccardo Zucconi, Deputato FDI e capogruppo in Commissione Attività produttive, Turismo e Commercio di Fratelli d’Italia