One Billion Rising: a Pisa il flashmob contro la violenza sulle donne

PISA – Torna anche quest’anno a Pisa la campagna One Billion Rising. In tutto il mondo, in occasione del giorno di San Valentino, verranno ricordate le donne vittime di violenza e femminicidio con il flashmob, che è diventata la più grande manifestazione di massa contro la violenza e che ogni anno coinvolge oltre 200 Paesi e spinge un miliardo di persone a danzare insieme.

In Italia sono oltre 100 le città in cui si svolgerà l’iniziativa. Nella città della Torre l’appuntamento è sabato 16 febbraio in Piazza Vittorio Emanuele alle ore 15.30. A guidare la coreografia, sulle note della canzone ‘Break the Chain’, ci saranno le attiviste dell’associazione Casa della donna e del gruppo ‘Cascina One Billion Rising’.

“Il flashmob – ricordano le organizzatrici – è aperto a tutte le cittadine e i cittadini, anche bambini e bambine. L’importante è vestire almeno uno di questi tre colori: nero, rosso, fucsia. In Italia è in corso un pesante attacco ai diritti conquistati dalle donne: dalla L. 194 sull’interruzione di gravidanza al DDL Pillon, sulla separazione e l’affido, che ci vuole portare indietro di decenni. Sarà bellissimo essere tutte e tutti in piazza a cantare e danzare per la libertà delle donne e contro ogni forma di violenza. Lotta-resisti-danza è il motto di One Billion Rising, tre inviti che ci sembrano di grande forza e che ci auguriamo in molte e molti vorranno accogliere”.

L’iniziativa ha ricevuto il patrocinio della Regione Toscana e l’adesione di ben 19 associazioni, oltre a quella della Consulta Pari Opportunità Unione Valdera e dei Comuni di Castelfranco di Sotto, S. Croce sull’Arno, Bientina, Calci, Capannoli, Montopoli, San Miniato..