Opera Caffè, parole e musica al Palace con Paolo Spadaccini

VIAREGGIO – Al Festival Puccini li vedremo, per la prima volta, tutti. Sono i quattro finalidella Turandot, l’opera incompiuta di Giacomo Puccini, che la Fondazione Festival Pucciniano porta in scena, nell’ambito della 61esima edizione, con i quattro finali in altrettante serate. La prima con il nuovo finale di Luciano Berio (25 luglio), la seconda con il finale completo composto da Franco Alfano (7 agosto), la terza con la rappresentazione che si interrompe dopo la morte di Liù, come per la direzione di Arturo Toscanini il 25 aprile 1926 alla prima assoluta (16 agosto), la quarta con il finale classico, il più noto, composto da Franco Alfano e rivisto da Arturo Toscanini (23 agosto) che potremo vedere anche nella versione cinese prodotta dal National Opera House di Pechino, diretta da Maestro Yu Feng (28 agosto). Giovanna Casolla sarà la Principessa di Ghiaccio nell’allestimento riuscitissimo ispirato all’Art Nouveau firmato dall’eclettico Angelo Bertini insieme a Rudy Park e Rubens Pellizzari che si alterneranno nel ruolo di Calaf, Marco Voleri (Altoum) e Luigi Roni  (Timur) e Alida Berti (Liù).

Ospite, per parlare della Turandot (e non solo), dell’appuntamento con Opera Caffè, l’incontro musicale in agenda mercoledì 24 giugno (alle ore 19.00. Ingresso gratuito) al Palace Hotel (Via Flavio Gioia, 2. Viareggio, Lucca), l’ex Presidente della Fondazione e Presidente dell’Associazione Amici della Lirica di Torre del Lago, Paolo Spadaccini, profondo conoscitore della lirica pucciniana ed anche della storia del Festival.

Promossi dalla Fondazione Festival Pucciniano di Torre del Lago, gli incontri anticipano e presentano la prossima stagione del Gran Teatro all’aperto Giacomo Puccini attraverso un suggestivo ed originale percorso che unisce l’interpretazione dei giovani talenti cantanti dell’Accademia alla narrazione di artisti, registi ed esperti di opera lirica che vedremo in scena ed hanno contributoall’allestimento delle opere in cartellone.

Lascia un commento