A Palazzo Mediceo riprendono i progetti didattici a cura di Galatea Versilia

0

SERAVEZZA – Sono più di 2000 i ragazzi e i bambini che ogni anno partecipano alle attività didattiche di Palazzo Mediceo. Un percorso che va di pari passo con quello delle grandi mostre e uno dei fiori all’occhiello della Fondazione Terre Medicee che, tramite queste attività, si propone di promuovere tra i ragazzi la conoscenza della storia locale, delle istituzioni, dell’arte e delle tradizioni popolari.

Il fil rouge è la volontà di mostrare agli alunni la stretta correlazione tra beni culturali e territorio e di educarli alla fruizione consapevole del patrimonio storico-culturale e artistico.

Pochi giorni fa a Palazzo Mediceo sono stati presentati agli insegnanti delle scuole elementari e medie della Versilia i nuovi progetti per l’anno scolastico 2017/18.

Le attività saranno molteplici e varie: i ragazzi potranno tornare indietro nel tempo riscoprendo i costumi e i giochi dei nonni, fino ad arrivare alla moda al tempo di Cosimo I de’ Medici; un percorso sarà tutto dedicato al marmo, da come si estrae a come si lavora. Numerosi saranno i progetti dedicati alla scoperta dell’arte e degli artisti e le visite guidate al Museo del Lavoro e sul territorio: tra personaggi medicei e delle fiabe, percorsi tra i vicoli di Seravezza e cacce al tesoro i bambini potranno imparare divertendosi. Oppure potranno diventare sindaco per un giorno, grazie al progetto “Io primo cittadino” che spiega ai bambini come funziona un comune e quali sono le responsabilità del sindaco e della sua giunta.

Infine, vi saranno i percorsi dedicati alla natura e quelli che racconteranno la storia della Versilia, dagli stemmi alle vedute versiliesi.

La mostra estiva dedicata a Plinio Nomellini, allestita dal luglio scorso a Palazzo Mediceo, quest’anno proseguirà fino al 5 novembre proprio per entrare a far parte a tutti gli effetti dei percorsi didattici e per favorire le visite da parte delle scolaresche.

Le attività sono principalmente affidate a Galatea Versilia, a cura di giovani operatrici turistiche laureate in storia dell’arte e specializzate in didattica museale.

Le visite sono sempre anticipate da un lavoro preparatorio svolto dagli insegnanti in classe, per poi svilupparsi con la visita dei vari ambienti di Palazzo Mediceo, del Giardino e della Cappellina, delle Scuderie e del Museo del Lavoro e delle Tradizioni Popolari.

Per tutte le attività didattiche e le visite guidate è necessaria la prenotazione che è possibile effettuare scrivendo a galateaversilia@gmail.com. Per tutte le altre informazioni si rimanda al sito internet www.museolavoroseravezza.it e al numero 0584/4574443.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: