Paolo Marcheschi: “Bomba ecologica sui fondali marini dell’Arcipelago Toscano”

“Va disinnescata la bomba ecologica a orologeria che grava sui fondali marini dell’Arcipelago toscano. Dopo cinque anni è urgente rimuovere le ecoballe disperse in mare, il golfo di Follonica e il Santuario dei Cetacei non possono più aspettare -dichiara il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) sul caso delle ecoballe, contenenti plastica pressata, disperse da 5 anni nei fondali marini tra Piombino, Follonica ed Elba, dopo la tempesta del 2015- Davvero assurdo che in 5 anni non sia arrivata la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale, necessità per la quale tutti sono concordi: Ministero dell’ambiente, enti locali, Guardia costiera. Abbiamo invece assistito a rimpalli di responsabilità, allo sport nazionale dello “scaricabarile”. Va risolto il pasticcio burocratico che ha portato al blocco della rimozione delle ecoballe, il vano passare del tempo ha già provocato danni forse irreversibili per l’ecosistema marino dell’Alto Tirreno”.

marcheschi