Parà morto alla Gamerra, la Procura riapre il caso si indaga per omicidio

PISA – “Abbiamo già chiesto e ottenuto nei giorni scorsi la riapertura delle indagini sulla morte di Emanuele Scieri: il fascicolo con un’ipotesi di accusa di omicidio è attualmente contro ignoti”. Lo ha affermato il procuratore di Pisa Alessandro Crini.

Nei giorni scorsi la procura pisana aveva ricevuto un’istanza in tal senso dalla commissione parlamentare d’inchiesta sul caso.

Scieri, 27 anni, originario di Siracusa, fu trovato morto il 16 agosto 1999 ai piedi di una torre dismessa di prosciugamento dei paracadute all’interno della caserma Gamerra di Pisa. La morte risaliva alla sera del 13 agosto, giorno in cui il giovane, già avvocato, era appena arrivato per svolgere presso la brigata paracadutisti Folgore il servizio di leva dopo il ‘Car’.

Lascia un commento