Parcheggio gratuito per invalidi? Santini e Olivi: “Era già previsto, qui si vende solo fumo”

VIAREGGIO – “Articolo 3, comma 1 del disciplinare Mover approvato nel 2009 (www.moverviareggio.it): “E’ consentita la sosta senza limiti di tempo e senza alcun tipo di contrassegno o etichetta per […] i veicoli al servizio di persone invalide muniti del prescritto contrassegno ai sensi dell’art. 188 del CdS” – commenta Alessandro Santini  di Forza Italia dopo il comunicato stampa del Sindaco Del Ghingaro (LEGGI ANCHE: Strisce blu, parcheggio libero per gli invalidi su tutta Viareggio  ) -: Fantastico: Re Giorgio ha reso gratuita una cosa che lo era già. Questo signore continua a vendere fumo! O, peggio ancora, non conosce i regolamenti vigenti nel Comune che dovrebbe (condizionale d’obbligo) amministrare!!”. “Si annuncia in pompa magna che gli stalli blu a pagamento saranno gratuiti per i possessori del tagliando di invalidità. Che bella cosa, vero? Peccato che la legge lo preveda già da qualche anno – aggiunge Daniele Olivi di Fratelli d’Italia -: “La sosta per veicoli con contrassegno d’invalidità è gratuita quando lo stallo giallo predisposto (e dovrebbe essercene 1 su 50, cosa che a Viareggio è tutta da verificare) è già occupato da un altra auto. La legge consente, per adesso in via solamente facoltativa, che il Comune conceda la gratuità della sosta per i possessori del tagliando già citato su tutto il territorio comunale. Ciò è successo a Pavia, si veda l’ordinanza numero 50/2011. Tuttavia non bisogna andare troppo lontano, si può rimanere a Viareggio ed andare a controllare l’articolo 3 dell’allegato A “Disciplinare per la gestione e l’utilizzo delle aree a sosta controllata”, reperibile facilmente sul sito della MOVER. Perché continuare a vendere fumo? Perché continuare a rendere propri lavori altrui? Chiediamo onestà e trasparenza, signor Sindaco, e crediamo che il cittadino ne abbia diritto”.

Lascia un commento