“Parrini disconosce la realtà. Se vuole un confronto pubblico Forza Italia è disponibile”

0

VIAREGGIO – Viareggio 2014 come Budapest 1956 e Praga 1968. Nelle due capitali europee i carri armati sovietici intervennero per soffocare gli aneliti di libertà. “Oggi – è Giovanni Santini di Forza Italia a rispondere a Dario Parrini dopo la notizia di ieri ( leggi anche: Viareggio, Parrini: “La città è stata inguaiata dalla destra, adesso serve una pagina nuova”)  – le truppe diversamente armate di Rossi e Parrini intervengono per commissariare le conclamate incapacità di Betti, della sua Giunta e della sua maggioranza. Torme di presunti esperti che scendono, o meglio salgono a Viareggio, con lauti compensi, a certificare l’incapacità dei compagni locali. Poco importa loro se questi compensi graveranno ulteriormente sulle pubbliche finanze e quindi sulle tasche dei cittadini, anche in contesti nei quali, vedi la Fondazione Carnevale, il legislatore nazionale ha stabilito, da tempo, la gratuità delle funzioni per gli amministratori. Sopporteranno i viareggini tutto questo? Ne dubito. Ciò che è assolutamente insopportabile, perché totalmente falso, è il “mantra” che ha contagiato anche il coordinatore regionale del Partito Democratico Parrini. Di chi è la colpa: di Lunardini e del Centro-destra. E’ evidente la sua disconoscenza di ciò che il Centro-destra ereditò dagli scempi delle Giunte di Sinistra. Dati assolutamente certificati ed ormai patrimonio di conoscenza di tutta la Città, come la strada del risanamento allora intrapreso e i risultati ottenuti. Oggi si chiude un ciclo iniziato con il colossale debito prodotto da Marcucci e conclusosi con il fallimento di Betti: fallimento finanziario, politico e morale. Se poi Parrini volesse confrontarsi non disdegneremmo una sede pubblica, consentendogli naturalmente il tempo di approfondire”.

No comments