Patto Civico: bilancio sul primo anno di attività dell’Amministrazione a Seravezza

0

SERAVEZZA – Si è svolta questa mattina, presso il Caffè della Piazza a Seravezza, la conferenza stampa del Patto Civico sul primo anno di attività dell’ Amministrazione, guidata dal Sindaco Riccardo Tarabella.

Andrea Giorgi ha aperto l’incontro illustrando i parametri su cui si è basato il giudizio, sia tecnico che politico: dialogo con i cittadini, capacità di attrarre consenso, realizzazione di interventi mirati sul territorio, attitudine a guidare la macchina comunale. Dal punto di vista tecnico – afferma Giorgi – è necessario riflettere sulla situazione particolare venutasi a creare, a Seravezza, a seguito delle ultime elezioni: l’attuale Amministrazione governa il Comune rappresentando un numero nettamente inferiore, circa la metà, rispetto a quello degli elettori che hanno votato a favore delle altre liste, ora all’opposizione. In virtù di questi dati, il Patto Civico aveva chiesto, fin da subito, che ci fosse maggiore centralità del Consiglio Comunale affinché anche le minoranze fossero rese più partecipi dei procedimenti decisionali e che si desse subito avvio alla costituzione delle Commissioni per lo snellimento dell’attività consiliare. Ad un anno dall’insediamento, il Consigliere Giorgi denuncia la volontà, da parte della maggioranza, di tenere invece il Consiglio Comunale ai margini dell’attività politica seravezzina. A sostegno della sua tesi, ha elencato i forti ritardi nella nomina delle Commissioni le quali, oltre ad essere spesso convocate a ridosso del Consiglio, hanno lavorato molto poco, aggravando ulteriormente il procedimento consiliare; inerzia di fronte alle richieste del Patto Civico di modificare sia il numero delle Commissioni che la procedura regolamentare; fastidio per le interrogazioni consiliari e le mozioni presentate in quanto l’ordine del giorno del Consiglio è sempre sovraccarico di argomenti. Solo il fatto di aver proceduto all’approvazione del Piano Particolareggiato, il quale incide fortemente per sua natura sulla qualità di vita dei cittadini, all’interno di un Consiglio Comunale con un ordine del giorno già molto denso, dimostra quanto fino adesso affermato, vale a dire, la precisa volontà della maggioranza di non dedicare all’attività consiliare la dignità che merita.

Si tratta di un Consiglio dove non si discute, dove domina lo svilimento del confronto – ha proeguito Giorgi – e questo è un fatto istituzionalmente grave visto che al suo interno si delibera sulle regole che governano la vita amministrativa della comunità. La Consigliera Vanessa Greco ha, invece, riassunto l’attività del Patto Civico, a dimostrazione che l’opposizione fatta fino ad oggi non è affatto strumentale, come spesso ci siamo sentiti dire dai componenti della maggioranza, ma costruttiva, che potrebbe essere d’ausilio per l’Amministrazione se solo se ne cogliesse la funzione in termini di utilità. Il Patto Civico ha proposto 65 interrogazioni, 45 nel 2016 e 20 nel 2017, portando in Consiglio 1 mozione nel 2016 e 3 nel 2017. Le riposte della maggioranza sono state spesso parziali e insufficienti, a volte non abbiamo ricevuto addirittura risposta nonostante gli argomenti toccati fossero di fondamentale importanza per la comunità: per quanto riguarda la Scuola, abbiamo avanzato la richiesta di avere un assessorato dedicato che ci è stata negata; si prosegue con lo stato dei paesi della montagna, la manutenzione del territorio e il decoro urbano, maggiore attenzione alla sicurezza dei luoghi, l’Unione dei Comuni, la Cava Fornace, il pirogassificatore, incarichi del Sindaco, la pista ciclopedonale, i parcheggi, l’accensione dei fuochi, le frane in montagna, la viabilità, le convenzioni di polizia municipale, la vulnerabilità sismica degli edifici, la programmazione turistica, l’attenzione verso i giovani e il mondo del Palio, la sanità in Versilia, la tutela degli animali.

Il Patto Civico – chiosa Andrea Giorgi – intende portare avanti un serio lavoro di opposizione per essere, domani, forza di governo e ciò nel rispetto di coloro che ci hanno votato alle recenti elezioni o che si sono avvicinati a noi durante questo anno. A conclusione della Conferenza è stato distribuito anche un volantino, diretto ai cittadini, dove sono riportati i punti salienti dell’attività del Patto Civico.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: