Il Pd presenta i suoi candidati all’hotel Le Dune: la campagna elettorale inizia dalla Versilia

LIDO DI CAMAIORE – ( di Matteo Baudone ) – Nella serata di ieri, martedì 6 Febbraio 2018, il PD sezione Versilia ha presentato alla stampa, ai vari sostenitori presenti in sala e a tutta l’opinione pubblica, i suoi candidati. La sede dell’incontro è stata la sala conferenze dell’Hotel Le Dune di Lido di Camaiore. Per la Camera dei Deputati rispettivamente Umberto Buratti, Martina Nardi, Cosimo Ferri e Stefano Baccelli e per il Senato Andrea Marcucci sono i candidati di questa parte politica che si contenderanno un posto in Parlamento alle elezioni di marzo 2018. I partiti che appoggeranno i vari candidati sono Partito Democratico, Insieme Italia Europa con sotto il simbolo del Partito Socialista italiano quello dei Verdi e quello di Area Civica, il simbolo più Europa con Emma Bonino e per finire il simbolo Civica Popolare Lorenzin a sua volta ospitante Italia dei Valori, tra i più famosi, e Alternativa Popolare più altri tre partiti. Umberto Buratti sul suo manifesto elettorale non hai tre dei quattro partiti di Baccelli Marcucci e Ferri perché questi ultimi correranno nella quota uninominale. La sala ha iniziato a popolarsi di uomini e donne, adulti e ragazzi di tutte le età dopo l’orario della convocazione cioè dopo le 9:00 di sera. La serata dell’incontro si è protratta fino a tarda sera con un piccolo buffet alla fine dei discorsi dei relatori. Nel complesso da parte di tutti i candidati viene fuori molto chiaramente il fatto che si sottolinea una continuità, con la vittoria del Partito Democratico,  dentro un percorso già iniziato con la precedente esperienza di governo, e che a dispetto di tutto ha portato dei progressi e dei progetti con miglioramenti per il paese e per le sue realtà anche locali. Quindi è evidente a chiunque che interromperlo, portando alla vittoria le altre due parti politiche cioè il MoVimento 5 Stelle e il centro-destra, si trasformerebbe in un danno irreparabile all’Italia che faticosamente sta cercando di uscire dalla crisi. Viene detto chiaramente che l’esperienza non è una discriminante, ma un punto di vantaggio da non mettere da parte. E  alla fine l’esortazione a tutti i presenti in sala simpatizzanti ma anche attivisti di cercare in queste tre settimane di fare il possibile per la vittoria il giorno delle elezioni.

Una sala gremita ha accolto i candidati del Partito Democratico nei due collegi della Versilia per le elezioni politiche del 4 marzo prossimo. L’incontro è stato aperto dal segretario territoriale Riccardo Brocchini che ha espresso tutta la soddisfazione per i candidati scelti ma soprattutto per il percorso che il PD Versilia ha intrapreso, anche in occasione delle elezioni del prossimo marzo, nel segno dell’unità e dell’ascolto.  Gli interventi dei singoli candidati hanno avuto un denominatore comune: tutti hanno sottolineato la volontà di ricoprire un ruolo certamente di rappresentanza ma soprattutto di congiunzione con il territorio. Presenti tutti i sindaci versiliesi del Partito Democratico e molti amministratori locali, il cui lavoro quotidiano e costante è stato più volte ricordato e apprezzato anche dai candidati.

Andrea Marcucci: “per l’Italia abbiamo un programma chiaro, credibile, responsabile e una classe dirigente in grado di portare avanti quel programma”.

Stefano Baccelli :“il Pd Versilia e il Pd lucchese hanno condiviso la mia candidatura e ciò mi ha riempito di orgoglio. Una classe dirigente a contatto con i territori, che ha dimostrato di saper intervenire sui problemi, è la vera forza del Pd”.

Cosimo Ferri: “ho avuto esperienza di governo come magistrato, ma ho accettato la candidatura a parlamentare per rappresentare il territorio dove vivo. Bisogna rendere note le tante leggi fatte dai governo Pd, anche a favore della sicurezza: una per tutte, il taglio di caserme e commissariati, voluto dal governo Monti e cancellato dal governo Renzi”.

Martina Nardi: “il Pd ha fatto molto in questi anni per il Paese, dobbiamo esserne orgogliosi. Noi affrontiamo i temi quotidiani con serietà e dobbiamo avere il coraggio di continuare sulla strada delle profonde riforme e del cambiamento. L’amore per l’Italia, l’amore per le nostre città ci deve spingere avanti”.

Umberto Buratti: “la mia candidatura segue l’impegno decennale come amministratore, sindaco e vicepresidente della Provincia. I governi Pd hanno lavorato bene e devono lavorare ancora a fondo per i giovani e per gli anziani e anche per mantenere alti i valori costituzionali”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: