“Per la piscina siamo in dissesto: per l’Auser no”

0
VIAREGGIO – “A Viareggio, il dissesto, non c’è per l’associazione Auser?”
La nota stampa è a firma di Alessandro Santini:
Con una velocità stupefacente, soprattutto pensando ai sei mesi di totale inerzia sulla questione della piscina comunale, e senza il “peso” di quel dissesto finanziario che, a detta di vari assessori, impedisce di trovare soluzioni per tutto, il 1° aprile la giunta Del Ghingaro ha “risolto” la situazione dell’associazione Auser al Ferrhotel.
Come si legge nella delibera n. 85 e allegati, fino a marzo del 2019 l’associazione riceverà dal Comune 7.000 euro l’anno per l’animazione degli ospiti nella struttura di via Machiavelli e non meglio precisate “spese generali di gestione” che dovranno essere rendicontate ogni tre mesi. Cifra da sommare ai 25.000 euro che i servizi sociali del Comune di Viareggio verseranno al consorzio So. & Co di Lucca per occuparsi di accoglienza dei nuovi ospiti, sorveglianza, pulizia e manutenzione ordinaria del Ferrhotel.
Quindi i soldi ci sono? O ci sono solo per certi tipi di iniziative o urgenze? Perché si trovano velocemente per la “socializzazione” al Ferrhotel svolta da Auser e non si trovano, in quasi un anno di amministrazione, per gli scuolabus o per far proseguire, almeno fino a chiusura stagione, l’attività della piscina comunale?
Perché legittimare la presenza al Ferrhotel di Auser, che dal 2008 occupava senza titolo né autorizzazione alcuni locali della struttura e per la sua attività “fuori convenzione” ha chiesto pure 15.000 euro all’Organo straordinario di Liquidazione del Comune, è più importante di cercare soluzioni (non necessariamente onerose per l’ente in dissesto) per gli scuolabus o la piscina comunale? Quali sono le priorità dell’amministrazione Del Ghingaro?”

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: