Perdita di anidride solforica, due operai soccorsi dal medico di fabbrica

SCARLINO – Una fuoriuscita di anidride solforica si è verificata ieri, intorno alle 23:30, alla Nuova Solmine di Scarlino (Grosseto). Secondo quanto spiegato dall’azienda, la fuoriuscita è durata circa 3 minuti e due operai del vicino impianto Venator hanno accusato “leggera irritazione alle prime vie respiratorie e sono stati prontamente assistiti dal medico di fabbrica. Non ci sono state altre conseguenze sui presenti nell’impianto e nelle zone limitrofe salvo rumori degli allarmi e delle valvole di protezione del circuito vapore”. In seguito al’incidente la Nuova Solmine ha annunciato di aver “deciso di fermare l’impianto e di anticipare di due settimane la manutenzione già a suo tempo programmata”. Sulle cause, si parla di “anomalia al circuito vapore con conseguente attivazione degli allarmi acustici predisposti. L’anomalia ha prodotto la fermata dell’impianto e la fuoriuscita di gas per circa 3 minuti”.

Sul posto si è recata tra gli altri anche Arpat: secondo quanto spiegato dall’Agenzia regionale per l’ambiente la fuoriuscita è stata rapidamente messa sotto controllo e non ci sarebbero rischi per la popolazione. Sul posto anche i vigili del fuoco. Tecnici di Arpat sono tornati anche stamani sul posto per ulteriori verifiche.