Pestaggi in caserma, Carabinieri sotto inchiesta. Il Pm: “Indagine circoscritta a pochi militari e pochi episodi”

0

MASSA CARRARA – Carabinieri sotto inchiesta in un’indagine avviata dalla Procura di Massa. Le perquisizioni sono state effettuate in alcune abitazioni di militari dell’Arma, nelle auto di servizio utilizzate dagli stessi, nonché nelle caserme.

A confermarlo è lo stesso Procuratore Capo, dottor Aldo Giubilaro, che, tuttavia, precisa che l’inchiesta è “circoscritta a pochi militari e pochi episodi specifici”.

L’indagine sarebbe stata avviata per presunte irregolarità nei verbali legati a lesioni a un extracomunitario.

In totale gli indagati, a piede libero, sarebbero una trentina, e tra questi uomini in divisa nelle due caserme della Lunigiana. Secondo il procuratore capo Aldo Giubilaro e il pm Alessia Iacopino, titolari dell’indagine, i Carabinieri avrebbero picchiato un extracomunitario fermato dopo un controllo e poi portato in caserma. Lo straniero era finito al Pronto Soccorso e dimesso con qualche giorno di prognosi. Un caso isolato, o una prassi? Le indagin sono in corso. Tra i reati ipotizzati non ci sono solo lesioni, ma anche la falsificazione del verbale, o di più verbali, tanto che gli inquirenti hanno acquisito fascicoli relativi a diversi interventi, oltre che tablet e sim telefoniche. Tassello su tassello il Procuratore Capo sta riscostruendo quanto accaduto negli anni, e per farlo è intenzionato a trovare tutti i fermati e portati in caserma negli ultimi anni per chiedere loro se siano state vittime di  maltrattamenti. Tra i casi in esame anche uno relativo a una violenza sessuale: una donna avrebbe subito abusi.

L’extracomunitario da cui è partita l’inchiesta era stato trovato con della droga e, portato in caserma, sarebbe stato – secondo la sua accusa – picchiato.

 

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: