Pestato a morte in discoteca, due liberi. Il sindaco: “La famiglia chiede giustizia”

0

SCANDICCI – “Non conosco le procedure legali. Ma quello che chiede la nostra comunità e quello che chiede la famiglia, che ho incontrato stamane, è che sia fatta giustizia per un delitto così efferato e insensato”. Lo afferma Sandro Fallani, sindaco di Scandicci,  comune dove viveva Niccolò Ciatti, il 22enne morto dopo aver subito un pestaggio in una discoteca a Lloret de Mar, in Spagna,  commentando la notizia che due degli aggressori sarebbero stati messi in libertà dal giudice e potranno tornare in Francia dove vivono come richiedenti asilo. Fallani, insieme con il comandante della polizia municipale di Scandicci, ha incontrato stamane il padre, la madre e la sorella di Niccolò nella loro casa. “Il nostro Governo e noi stiamo seguendo la vicenda e continueremo a farlo – ha proseguito Fallani -. La famiglia, come si può immaginare, è molto provata ma chiede con forza che sia fatta giustizia”.

No comments