Picchia l’anziano padre e butta in terra la mamma ammalata di Parkinson

0

FIRENZE – Un’anziana coppia è stata liberata dalle continue aggressioni da parte del figlio. Da circa un anno, non vi era un giorno in cui non ci fossero discussioni accese e frequenti liti in famiglia. Ieri la svolta. Tutto nasce quando i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze, su segnalazione fatta alla locale Centrale Operativa per una violente lite in famiglia, sono intervenuti nella zona degli Uffizi. I militari giunti sul posto, prendevano contatti con il personale sanitario già presente che prestava soccorso a due anziani, vittime di maltrattamenti e minacce da parte del figlio. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che l’anziana coppia dopo aver fatto alcuni acquisti rientrava in casa ove hanno trovato il figlio seduto in cucina in  un forte stato di agitazione. Mentre mettevano a posto la spesa, il figlio chiedeva loro se avessero acquistato le batterie del telefono e quando il padre gli faceva presente che le aveva acquistate al prezzo di 10,00 euro lui andava in escandescenza perché a suo dire con 20 euro avrebbe acquistato un nuovo telefono. A quel punto il figlio con in mano un coltello si scagliava violentemente contro i genitori, facendo balzare via la protesi dentaria del padre e scaraventando a terra la madre, peraltro sofferente di Morbo di Parkinson. Il padre vedendo la  moglie distesa in terra priva di sensi, nonostante il suo forte dolore al torace causato sia dai calci inferti dal figlio che da un precedente intervento chirurgico, si scagliava con forza contro il figlio per disarmarlo. Ne nasceva una colluttazione nel corso della quale il figlio rimaneva ferito ma, nonostante ciò, continuava imperterrito a colpire il padre facendolo rovinare in terra. A soccorrere la coppia di anziani sono stati i vicini che hanno chiesto l’intervento del personale medico che, a sua volta, ha chiamato il 112. La coppia, a seguito delle lesioni riportate, veniva accompagnata in Ambulanza presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Santa Maria Nuova. Dagli accertamenti effettuati nell’immediatezza affiorava che non era la priva volta che il figlio aggrediva gli anziani genitori i quali, per quieto vivere, hanno sempre cercato di assecondarlo in tutte le sue richieste nonostante non perdesse occasione per maltrattarli. Si tratta di un 46enne, fiorentino, già noto alle Forze dell’Ordine per reati in materia di stupefacenti, il quale è stato arrestato per maltrattamenti in famigli, minacce e lesioni personali.

 

No comments