Picchia e dà cocaina alla figlia 14enne: madre a giudizio

AREZZO- Ha iniziato la figlia alla droga a soli 14 anni. Cocaina che le ha passato per mesi mentre contemporaneamente alzava le mani a ripetizioni. Non prova neppure a comprendere la figlia nell’età più critica. Preferisce passare alla violenza, finchè, a forza di botte, non l’ha mandata in ospedale. La giovane, esasperata, ha raccontato tutto agli operatori sanitari, i quali hanno subito riferito alle forze dell’ordine.

“Mia madre non solo mi picchia ma mi cede anche la «roba» con la quale mi faccio e mi fa pure bere.” – racconta la ragazza intimorita.

La figlia è stata tolta alla mamma dal tribunale dei minori e affidata ai servizi sociali perchè la ricoverassero in una comunità protetta.

La donna , 45 anni, oraa rischia una pena pesante. Al momento sotto indagine, è stata rinviata a giudizio per maltrattamenti e spaccio (si chiama così anche quando non c’è scambio in denaro) con l’aggravante che tutto è avvenuto in danno di una minore.