Ultime News

Pietrasanta città di grandi eventi, presentato oggi in Sala Nassirya di Palazzo Madama a Roma il cartellone

PIETRASANTA – La Città di Pietrasanta conferma, anche nel 2018, il suo carattere eclettico e la sua straordinaria vocazione all’arte e alla cultura nelle sue molteplici sfaccettature, passando dalla scultura alla musica, dagli spettacoli alla danza. Nel corso dell’anno e in particolare da maggio a settembre Pietrasanta è un fiorire di grandi eventi internazionali e festival che abbracciano e restituiscono l’impulso artistico in ogni sua espressione: dalla grande mostra d’arte dell’artista spagnolo Manolo Valdès al Festival della Versiliana con la sua miriade di spettacoli e incontri culturali, dal Festival internazionale di musica classica Pietrasanta in Concerto al DAP Festival, Pietrasanta si conferma crogiuolo dell’arte e importante crocevia di grandi artisti di fama internazionale.

Questa mattina è stato presentato il cartellone in Sala Nassirya a Roma all’interno di una conferenza stampa.
 
LA MOSTRA DI MANOLO VALDES
 
L’estate d’arte di Pietrasanta si apre sotto il segno dell’artista spagnolo Manolo Valdés che presenterà un’ampia personale con opere monumentali, molte per la prima volta in Italia, in piazza del Duomo e sul pontile di Marina di Pietrasanta, mentre dedicherà alla scultura di medie dimensioni e alla grande pittura il percorso espositivo all’interno degli spazi espositivi della Chiesa e Chiostro di Sant’Agostino. La mostra, dal titolo “Poetica della Traduzione”, organizzata a cura della galleria Contini Venezia, sarà inaugurata il 16 giugno e si protrarrà sino al 30 settembre 2018.
 
PREMIO CARDUCCI
 
Nella città dell’arte e degli artisti, spazio anche alla poesia e alla celebrazione del primo Nobel italiano per la letteratura, Giosue Carducci, che nacque proprio a Valdicastello, borgo collinare di Pietrasanta nel 1835 dove è visitabile la Casa natale, dichiarata monumento nazionale nel 1912. Il 27 luglio sarà assegnato il 62° Premio di Poesia che porta il suo nome, al poeta contemporaneo le cui rime, pubblicate nell’anno precedente, hanno convinto la prestigiosa giuria, presieduta da Ilaria Cipriani, di cui fanno parte Silvia Bre, Stefano Dal Bianco, Umberto Fiori e Antonio Riccardi.
 
I MUSEI
 
Pietrasanta vale sempre una visita, vuoi per le sue mostre a cielo aperto, vuoi per le fonderie e gli atelier di scultura, vuoi per una vasta gamma di musei che ne illustrano tutta la vitalità culturale. Dal Museo Archeologico “B. Antonucci” con reperti provenienti dall’intero terrirorio versiliese, al Museo Barsanti, dedicato allo scienziato scolopio inventore, insieme all’ingegner Matteucci, del motore a combustione interna, al Museo dei Bozzetti con un patrimonio di ben 700 tra bozzetti e modelli di oltre 350 artisti internazionali che, in varie epoche, hanno lavorato a Pietrasanta. Un museo in divenire, che continua ad alimentarsi degli apporti degli scultori che scelgono la cittadina versiliese per lavorare, essendo un perfetto crocevia di marmi e artigiani la cui maestria è riconosciuta nel mondo. In collezione bozzetti di Vangi, Botero, Mitoraj, Tommasi, Bozzano, Cascella, Lipchitz, Penalba, Papa, Pomodoro, Finotti, Bergomi, De Saint Phalle e molti altri. Infine caratterizza la città un Museo all’aria aperta di opere monumentali di scultura di grandi artisti contemporanei, il Parco Internazionale della Scultura Contemporanea, dislocate in spazi pubblici dell’intero territorio comunale: oltre 70 opere tra cui figurano nomi di Maestri di fama internazionale.
 
IL FESTIVAL DELLA VERSILIANA
 
Per quanto riguarda gli spettacoli e gli incontri culturali l’attrazione principale è costituita, senza dubbio, dal Festival La Versiliana, storico festival all’aperto dal carattere poliedrico e multidisciplinare. L’edizione 2018 si svilupperà attorno a due mesi ininterrotti di eventi tra concerti, grandi show, spettacoli di prosa e danza con le più importanti compagnie internazionali, musical, attività per bambini ed i celebri “Incontri al Caffè della Versiliana”. Il Festival della Versiliana si svolge ogni anno dai primi di luglio fino a fine agosto da ben 39 edizioni ed attrae ogni anno decine di migliaia di visitatori. Gli eventi organizzati dalla Fondazione Versiliana, per la direzione artistica di Massimiliano Simoni, abbracciano il gusto di qualsiasi fascia d’età e si svolgono nel grande teatro all’aperto immerso nella pineta cara a Gabriele D’Annunzio e che ospita una platea da 1.500 posti. Il Festival della Versiliana si distingue per la sua ricchissima offerta in grado di accontentare i più diversi gusti. Tra i grandi nomi dello spettacolo, il Festival ospiterà, solo per citarne alcuni, Vittorio Sgarbi, il vincitore di Sanremo Farbizio Moro, i beniamini di giovani e giovanissimi Benji e Fede, Beppe Grillo, Mogol, il balletto di San Pietroburgo, Peter Cincotti, i Momix, Alessandro Haber, Maurizio Battista, Paolo Ruffini, Andrea Buscemi ed ospiterà inoltre un grande concerto lirico sinfonico. La Villa La Versiliana, che fu dimora dannunziana, ospiterà inoltre tra le altre una mostra personale di Arnaldo Pomodoro.
 
IL CAFFE’ DELLA VERSILIANA
 
Fiore all’occhiello del Festival, sono poi gli “Incontri al Caffè della Versiliana” che si svolgono ogni pomeriggio di luglio e agosto ed ospitano le più illustri personalità del mondo del giornalismo, della politica, delle istituzioni, dello spettacolo, dell’arte, della letteratura, del cinema, dell’enogastronomia e della scienza, ponendosi come spazio di approfondimento culturale a 360°, frequentato ogni giorno da un numeroso pubblico. In concomitanza con i mondiali di calcio in Russia, il Caffè accoglierà inoltre un prologo che vedrà come ospiti le personalità che ruotano attorno al mondo del calcio.
 
PIETRASANTA IN CONCERTO
 
Grande attrazione per i cultori della musica colta è il Festival Internazionale di Musica da Camera “Pietrasanta in Concerto”, tra i più prestigiosi festival in Europa, promosso ed organizzato dall’ Associazione Musica Viva in collaborazione col Comune di Pietrasanta. Il Festival creato e diretto dall’istrionico Michael Guttman, violinista e direttore d’orchestra apprezzato in tutto il mondo, giunge quest’anno alla sua XII edizione. L’edizione 2018 si svolgerà dal 20 al 29 luglio ed ospiterà 10 serate di concerto con i più importanti solisti di caratura mondiale tra cui spiccano i nomi di Nigel Kennedy divo inglese del violino, star impetuosa e dissacrante dal talento senza confronti nel mondo della classica e lo zar russo dell’archetto Vadim Repin, oltre al grande pianista Boris Berezovsky, Lera Auerbach, Pavel Vernikov, Svetlana Makarova etc. Il Festival si avvarrà anche della partecipazione dell’Orchestra da Camera di Brusselles e del gruppo che si è distinto per il suo stile unico dello Janoska Ensemble. Da segnalare il concerto dedicato anche all’opera e ai celebri componimenti di Verdi e Puccini con la partecipazione del Coro dell’Opera di Parma.
 
Nel corso degli anni il festival Pietrasanta in Concerto ha ampiamente dimostrato la sua capacità di attrarre i più grandi nomi della musica classica: da Martha Argerich la regina del pianoforte a Salvatore Accardo, ambasciatori del Festival fin dalle prime edizioni, che hanno fatto di Pietrasanta in Concerto un vero e proprio festival-gioiello e lo hanno consacrato a pieno titolo tra le rassegne concertistiche più prestigiose.
 
DAP FESTIVAL
 
Dap Festival (Danza in Arte a Pietrasanta) dal 17 al 30 giugno torna per il secondo anno a fare dialogare le arti a Pietrasanta: danza, musica e figurative. Con Kevin Stea danzatore di Madonna nonché star internazionale a Los Angeles e lo scultore newyorchese Manolo Valdes. Inoltre Dap Festival amplia la propria proposta aggiungendo il musical italiano a danza e musica, animando così la città e le piazze con coreografi e ballerini di fama internazionale.
 
Due le mission del festival ideato e diretto da Adria Ferrali: formare giovani danzatori, artisti del musical, attori e musicisti, ma anche creare spettacoli nei luoghi simbolo di Pietrasanta. Alla fine del percorso (il 30 giugno) si terrà una grande serata di gala al Gran Teatro La Versiliana all’interno del quale andrà in scena anche “Peter Pan”, il musical diretto da Pietro Pignatelli con la direzione musicale di Davide Magnabosco. Nell’intento di portare una ventata di internazionalità, Dap Festival ha stretto accordi con importanti istituzioni estere come la Richard Alston Dance Company di Londra, la russa Ksenia Mikheeva Dance Company coreografa del Boris Eifman Theater di St. Pietroburgo, il collettivo coreografico norvegese Subjazz, l’innovativo americano Movement Migration. Inoltre annovera ospiti d’eccezione come il coreografo e giovane danzatore del Royal Danish Theatre Sebastian Kloborg, la prima ballerina del San Francisco Ballet Maria Kotchetkova e la star di Broadway nonché danzatrice solista della Martha Graham Dance Company Katherine Crockett. Giusto per citarne alcune. Due inoltre le università internazionali coinvolte: la Troy University con sede in Alabama (USA) il cui programma di studi al DAP College è ufficializzato dal AACUPI (Association of American College and University Programs in Italy) e la Kemerovo State University of Culture and Arts, una delle cinque più importanti Università della Russia. Il progetto di questa seconda edizione parte dall’incontro fra il coreografo americano Kevin Stea e lo scultore newyorkese di origini spagnole Manolo Valdès. Al fianco di Stea vi saranno coreografi internazionali le cui performances trasformeranno gli spazi della città in teatri improvvisati. Luoghi già con forte impatto emotivo: il Pontile di Tonfano con vista che dal mare spazia sulle Alpi Apuane, il sagrato del Duomo, “Key to a Dream” di Kan Yasuda, “Peace Frame” di Artist Nall e le altre opere monumentali sparse in questo delizioso comune della Versilia storica. Inoltre, novità di questa seconda edizione, faranno parte del team musicisti come il Maestro Michael Guttman (direttore del Festival di Musica da Camera “Pietrasanta in Concerto”) e ospiti speciali come Emmanuel Rossfelder (vincitore del “Masters of the Guitar “a Parigi), Robert Gibson (docente alla Troy University), Kim Helweg del Teatro Reale Danese.