Pietrasanta Film Festival, domani il debutto

0

PIETRASANTA – Quattro giorni da giovedì 18 a domenica 21 giugno interamente dedicati al panorama di qualità dei cortometraggi internazionali con un focus dedicato al Messico. Ventitrè corti in concorso provenienti 13 dall’Italia, 4 dalla Spagna, 3 dalla Francia, 1 dal Lussemburgo, 2 dagli Stati Uniti. Sei i corti fuori concorso provenienti da Iran, Spagna, Canada, Brasile, Francia e Russia. Sei i premi che saranno assegnati. Due le giurie, una popolare, l’altra tecnica. Sono questi i primi numeri di un’assoluta novità: il Pietrasanta Film Festival, concorso internazionale di cortometraggi alla sua prima edizione.
Sede della manifestazione sarà il chiostro di Sant’Agostino. Il sipario si alzerà sulla rassegna giovedì alle ore 18.30 con una lunga e vivace vetrina di corti. La giuria tecnica, presieduta da Valerio Caprara e costituita da Claudio Carabba, Paolo Rossato, Giampaolo Simi e Fabrizio Zappi, decreterà i vincitori domenica 21 giugno alle ore 19. L’ingresso ad ogni appuntamento è gratuito.

Si ricorda che Pietrasanta Film Festival è un’iniziativa dell’associazone Mondo Cinema da un’idea di Patrizia Pacini-Peruzzi e Fabio Pompili-Rossini, con il patrocinio del Comune di Pietrasanta, Provincia di Lucca e Regione Toscana, dei Comuni di Viareggio e Massarosa, dell’Ambasciata del Messico.

I premi |

PREMIO “Città di Pietrasanta”
(per la migliore opera indipendentemente dalla sezione di appartenenza)
Scultura in bagno d’argento alta 55 cm offerta dall’artista Donatella Fogante e premio in denaro.
• PREMIO “VINCENZO CROCITTI”
Medaglia in bronzo satinato offerta dalla Fonderia Artistica Mariani e premio in denaro.
• PREMIO “BACCO”
Scultura eseguita dal maestro Fulvio Pinna e offerta da Massimo Mannozzi, ideatore e realizzatore del Festival “La Notte delle Stelle” che si è tenuto a Berlino fino dal 1993.
• PREMIO ALLA MIGLIORE SCENEGGIATURA
Medaglia in bronzo satinato offerta dalla Fonderia Artistica Mariani.
• PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA POPOLARE
Medaglia in bronzo satinato offerta dalla Fonderia Artistica Mariani.
• PREMIO SPECIALE “FESTIVAL 16 CORTO” PER CORTOMETRAGGI FUORI CONCORSO
Medaglia in bronzo satinato offerta dalla Fonderia Artistica Mariani.

Le giurie |
LA GIURIA POPOLARE
Una giuria popolare, presieduta da Lorenzo Simonini dello staff di Mondo Cinema e selezionata tra esperti, studenti e amatori del panorama cinematografico locale, presiederà nel corso dei giorni del festival alle proiezioni dei cortometraggi e decreterà, tramite votazione, il miglior cortometraggio, assegnando il Premio Speciale della Giuria Popolare del Pietrasanta Film Festival 2015.
LA GIURIA TECNICA
VALERIO CAPRARA (PRESIDENTE)
Valerio Caprara è stato professore di Storia e critica del cinema presso la facoltà di Lettere e filosofia dell’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” sino al 2011 e attualmente tiene corsi presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli studi di Napoli “Suor Orsola Benincasa”. Dal 1979 è critico cinematografico del quotidiano “Il Mattino”. Direttore artistico degli Incontri Internazionali del Cinema di Sorrento dal 1983 al 2000, dal 2010 è Presidente e amministratore unico della Film Commission della Regione Campania e dal 2011 è membro della commissione per la cinematografia presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
CLAUDIO CARABBA
Giornalista e critico cinematografico, ha lavorato per diverse testate (tra le altre La Nazione, Paese sera e L’Europeo). Attualmente ha una rubrica di critica su Sette – Corriere della sera e collabora al Corriere fiorentino. Fra i suoi libri, Il cinema del ventennio nero (Valecchi) e Il fascismo a fumetti (Guaraldi). Per Enaudi ha curato l’antologia dedicata a Federico Fellini Racconti umoristici.
PAOLO ROSSATO
Classe 1955, borsista presso il Centro Sperimentale di Cinematografia (1976-1979), diplomato in regia e master in direzione della fotografia. Ha insegnato presso la Nuova Università del Cinema e della Televisione, il Centro Sperimentale di Cinematografia, la Canon Cinema School; è stato membro del Comitato Tecnico-Scientifico del DIGI-LAB SAP dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza. Premi e riconoscimenti: Targa Arri per il film “1960”, European Board SMPTE per il film “Alice throug the glass”, Menzione Speciale per la Fotografia al Festival di San Sebastian peril film “Gangsters”.
GIAMPAOLO SIMI
Nato a Viareggio nel 1965, dopo il liceo classico Giosuè Carducci di Viareggio, inizia a scrivere racconti e sceneggiature. Il suo racconto Viaggiatori nella tempesta è vincitore nel 1995 del premio Lovecraft. Il buio sotto la candela vince il premio Nino Savarese, mentre Direttissimi altrove e Tutto o Nulla (2001) sono arrivati in finale al premio Scerbanenco. Rosa Elettrica è stato fra i romanzi finalisti del Premio Fedeli. È fra gli autori italiani pubblicati in Francia nella “Série Noire” di Gallimard. È presente in alcune antologie come “History & Mistery” (Piemme), “Il ritorno del Duca” (Garzanti) e “Crimini italiani” (Einaudi). Dal suo racconto “Luce del Nord” ha scritto, insieme allo sceneggiatore Vittorino Testa, il tv movie omonimo, girato da Stefano Sollima. Ha collaborato come soggettista e sceneggiatore alla serie tv RIS (quinta stagione), e alle tre stagioni di RIS Roma. Collabora con i quotidiano “Il Tirreno”, “La Repubblica” e con il sito “Giudizio Universale”. È consulente tecnico del Premio Camaiore di Letteratura Gialla. Nel 2010 ha ricevuto a Maniago il Premio alla carriera Lama e Trama. Nel giugno 2012 è uscito per E/O il romanzo “La notte alle mie spalle” (Premio Pea 2013, menzione speciale Premio Gelmi di Caporiacco 2013).
FABRIZIO ZAPPI
Fabrizio Zappi nasce a Imola (BO) 47 anni fa, studia Economia all’Università di Bologna e Produzione Cinematografica a Roma. Inizialmente scrive e dirige cortometraggi, poi lavora in un paio di Società di produzione e distribuzione cinematografica, tra cui Fandango. Da oltre quindici anni lavora in Rai, dove cura numerose produzioni di film tv e serie televisive, fra le quali ama ricordare la più premiata, “La Meglio Gioventù”, e quella con il record di ascolti, “Volare – storia di Domenico Modugno”. Inoltre è docente di Produzione e Scrittura per la televisione presso un paio di Master, all’Università La Sapienza di Roma e all’Università Cattolica di Milano.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: