PISTOIA – Casalguidi sott’acqua, sopralluogo di Marchetti (FI): “Richiedere subito lo stato di calamità”

«Subito la richiesta di stato di calamità, e intanto la Regione attivi subito un fondo per sopperire alle prime necessità emergenziali e impellenti sia pubbliche che private dopo la bomba d’acqua che ieri ha mandato sott’acqua la frazione di Casalguidi, nel comune di Serravalle Pistoiese, facendo saltare tombature e provocando danni e allagamenti a strade e abitazioni»: a chiederlo è il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti che questa mattina si è recato in sopralluogo proprio a Casalguidi insieme al sindaco di Serravalle Pistoiese Piero Lunardi, al Presidente del Consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani, all’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni e ad altri amministratori e autorità.

«Lo scenario è di devastazione – racconta Marchetti – poiché la pioggia caduta in maniera così massiccia, un’autentica bomba d’acqua, ha fatto saltare le tombature realizzate ormai oltre mezzo secolo fa su due fossi. La struttura è andata in pressione per la quantità d’acqua che vi si è riversata con impeto improvviso e i fossi sono sostanzialmente esplosi, andando ad allagare con violenza le strade, l’asilo comunale, le abitazioni, le attività commerciali e gli scantinati dopo aver fatto saltare addirittura il piano stradale. La situazione è di emergenza. Per questo invito il Comune a chiedere al più presto lo stato di calamità, e auspico che ci sia la disponibilità da parte della Regione a mettere a disposizione sin da subito un fondo per sopperire alle prime necessità sia pubbliche che private».

marchetti