Ultime News

Polpette con chiodi e aghi, la crudeltà contro i 4 zampe è senza fine

0

LUCCA – Porcari , localita’  Rughi  fatto accaduto il 04.03.2016.  Proprietari del Cane, Mirko Doroni e Rachele Pinzauti.

Sono passate un paio di settimane in quanto i propretari di ” zampa ” il canino meticcio che si e’ ritrovato un ago in pancia dopo aver ingerito una mezza salsiccia ripiena di spilli dopo aver fatto varii tentativi presso le varie autorita’ “competenti” , Vigili Urbani, Carabinieri, Usl, che hanno fatto scaricabarile per accogliere la denuncia dei fatti  si sono rivolti al Segretario di Fratelli d’Italia , Marco Santi Guerrieri.

Prontamente Guerrieri ha messo in atto una campagna di sensiblizzazione dell’accaduto tramite il suo profilo i facebook per informare la cittadinanza di Porcari , e di tutti i comuni limitrofi di qualto era accaduto, in modo  da darne avviso ai possessori di animali,.

“Dopo aver ricevuto centinaia di messaggi tra cui anche quello dell’Anpana  – spiega il politico – ho deciso  prima di formulere ai preposti tutte le denuncie del caso ed in secondo di portare l’intera questione in consiglio comunale a Porcari tramite il consigliere di minoranza Riccardo Giannoni, che presentera’ al consiglio tutte le note sul caso formulando le interrogazioni di competenz”a.

I fatti:  il cane torna dal padrone con una salsiccia in bocca, il padrone nel toglierla si punge e di li ritiene che l’altra meta’  sia stata ingerita. Portato il cane dal vetrinario e fatta la radiografia  la presenza di un grosso ago e’ divenuta certezza. Nel frattempo, avvisata telefonicamente  sul luogo si e’ recata la municipale  per un sopralluogo. La stessa si e’ dichiarata non di competenza  per una denuncia. I proprietari si sono recati nei giorni successivi dai carabinieri, ma anche in questo caso la competenza non e’ sembrata essere la loro. Hanno provato anche con la Asl 2,  ma il canile  che ha consegnato “zampa” a Mirko non aveva ancora fatto i documenti al cane.. quindi nisba. Oggi della cosa se ne interessa l’Anpana.

“Tenere presente – aggiunge Santi Guerrieri – che in 15 giorni non si e’ visto bne sentito nessuno, solo dopo il boom dell’altra sera su facebook qualcuno ha iniziato a mettere a fuoco che forse, la popolazione doveva essere avvisata, in quanto altri animali avrebbero potuto almeno sul territorio di Porcari avere gli stessi problemi di ” Zampa” , che doveva essere fatta un opera di bonifica, ed avvisare le associazioni preposte. Ma nessuno ha  mosso un dito. Dopo questa trafila visti vittime dell’indifferenza piu’ totale mi hanno avviasato  e pertanto dopo aver chiamato il Comandante dell ‘Anpana Signora Laura Galleni con l’impegni di consegnarli tutta la documentazione necessaria all’indagine e denuncia, ho avvisato i giornali”.

Polpette micidiali quelle ritrovate e poi ingerite a Rughi, un vero e proprio atto premeditato, sadico e di inaudita violenza, palese la volonta’ di uccidere il malcapitato procurandogli atroci sofferenze. Gia’ successo anche con alcuni gatti lo scorso febbraio sempre nella stessa identica area. Uno di questi gatti  portato dal veterinario, è morto per avvelenamento.

“Dal mio profilo facebook ho lanciato l’allarme – prosegue il politico: “Tanti gli utenti che hanno manifestato il proprio sdegno di fronte ad un atto così barbaro e vile che mette in pericolo la vita di moltissimi animali.

Troppo spesso simili situazioni  si ripetono su tutto il territorio  provinciale per mano di scellerati intenzionati ma a fronte di quanto  accaduto a rughi  trovo inevitabile  dover portare all’attenzione della collettivita’  che Vi e’ un problema  di fondo legato  alla scarsa sensibilita’  da parte delle amministrazioni locali alla tutela del benessere  degli animali che siano d’affezione o selvatici. Mi meraviglio che non sia  stato immediatamente fatto un comunicato da parte della amministrazione .. del comune di Porcari. Il fatto in se, di cui non sono ben noti ne i confini ne le esatte dinamiche e’ gravissimo per l’incolumita’ degli animali in genere. Avrei supposto che dopo oltre due settimane dall’allarme lanciato alle istituzioni pubbliche  dai padroni di ” zampa” , dopo le comunicazioni ai Vigli urbani ( che hanno fatto un sopralluogo ) l’amministrazione  cittadina non abbia minimamente valutato la gravita’ dei fatti accaduti e accolto…… non si sia immediatamente messa in moto anche a livello di consiglio comunale per trovare soluzioni e rapportarsi per un efficacie…. con le associazioni. Ho informato Riccardo Giannoni consigliere Provinciale  e di minoranza a Porcari , perche’ si interessi  alla cosa ( ha confermato ) ,  viste le esitazioni ed i ritardi  da parte dell’amministrazione comunale e della municipale. Presentera’ un interrogazione in comune a Porcari. Prevenzione e contrasto “ferreo”  ai fenomeni di uccisione e maltrattamento di animali innanzitutto con azioni di monitoraggio e prevenzione del territorio ( chiamando alla conta non solo le autorita’ competenti  e  le associazioni ma soprattutto coinvolgendo tutti i cittadini  che invito a fare tutte le segnalazioni ogni qual volta avvenda qualcosa di palese o strano. Un invito pertanto alla cittadinanza Porcarese , ma a chiunque sia sensibile al problema a fare da sentinella  di legalita’ ….inoltre  inasprendo pene,sanzioni e soprattutto infliuggendo dure condanne”.

La crudeltà e la follia non hanno fine a quanto pare. Non bastavano i bocconi avvelenati. Ora contro gli amici a quattro zampe si è escogitato qualcosa di disumano: polpette con aghi e chiodi.

No comments