Potenti( Lega): “Oltre al Covid-19, prepariamoci a combattere contro virus mafioso anche in Toscana”

“La storia del nostro Paese, purtroppo, insegna: laddove si verificano emergenze, le mafie sono in agguato per lucrarci sopra. Siamo stati abituati in questi decenni a vedere inchieste giudiziarie su infiltrazioni mafiosi nella fase delle ricostruzioni materiali successive a situazioni emergenziali. Nel periodo di crisi economica destinato ad instaurarsi a seguito della più grande crisi sanitaria del secolo, è prevedibile immaginare che le organizzazioni criminali cercheranno di trarne guadagni materiali e consenso sociale. Il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, ha lanciato recentemente l’allarme sulla “situazione in cui sono gli imprenditori che hanno costruito o ristrutturato un ristorante, una pizzeria o un albergo pensando che dalla primavera avrebbero cominciato a guadagnare”. “A loro – ha detto il magistrato al giornalista Massimo Giannini – le banche non daranno soldi. E allora chi glieli darà? C’è l’usura normale, e quella delle mafie, della ‘ndrangheta. La differenza è che l’usuraio ‘ndranghetista vuole meno garanzie, perchè sa che la garanzia è la vita del commerciante”. Le cosche, infatti, possono contare su un’enorme quantità di soldi sporchi da immettere nei circuiti legali, sfruttando la carenza di liquidità delle imprese. Inoltre, come sottolineato sempre da Gratteri in un’altra intervista, c’è la realtà di tanti lavoratori del settore dell’edilizia e dell’agricoltura che, con la crisi in corso, rischiano di precipitare in povertà assoluta e di diventare, quindi, facile preda dell’”arruolamento di manodopera” avviato dalle organizzazioni criminali. Sono problemi che non riguardano solo le regioni del Sud, ma anche quelle del Centro-Nord, come hanno ricordato sia Gratteri che Pignatone. La Toscana non ne è esente: il 31 marzo u.s., il generale di divisione comandante del Ros dei Carabinieri, Pasquale Angelosanto ha confermato alla stampa che tra le regioni ove si prevede che la criminalità organizzata investirà capitali sporchi, vi sia anche la Toscana. Ho chiesto, dunque, al Ministro dell’Interno, la dottoressa Lamorgese, che il Governo giochi d’anticipo ed agisca con tempestività ed autorevolezza per evitare le infiltrazioni mafiose nel nostro tessuto economico e sociale, già duramente piegato dalla diffusione del Covid-19. Ringrazio tutti i miei colleghi parlamentari toscani della Lega che hanno sottoscritto la mia interrogazione in materia da me presentata alla Ministro Lamorgese”. E’ quanto dichiara in una nota il deputato della Lega, On. Manfredi Potenti.