Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti”: due giorni di pacifica invasione a Seravezza di artisti, poeti e narratori da tutta Italia

0

SERAVEZZA – Un riconoscimento speciale per chi nelle arti valorizza la figura del grande Michelangelo e i luoghi michelangioleschi della Versilia. È una delle novità del Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti”, che torna per la terza edizione sabato 18 e domenica 19 novembre a Seravezza. Promossa dall’associazione culturale “Arte per Amore”, l’iniziativa è patrocinata dal Comune di Seravezza e dalla Fondazione Terre Medicee ed ha come finalità generale quella di valorizzare l’espressione artistica e i nuovi talenti negli ambiti della letteratura e delle arti visive. Per porre un accento sul territorio che fa da scenario al Premio e per promuoverne il retaggio storico-artistico, l’Amministrazione Comunale ha deciso quest’anno di assegnare un particolare riconoscimento nel nome di Michelangelo. Sarà una pregiata targa marmorea offerta dalla Fondazione Henraux raffigurante Palazzo Mediceo e andrà alle sei migliori opere “che faranno particolare riferimento all’ambiente e al territorio apuo-versiliese, luoghi in cui lavorò e visse il più grande artista di ogni tempo”, come si legge nel bando di concorso.

Ma non sarà l’unica novità dell’edizione 2017 del Premio, caratterizzata anche dal lancio del progetto collaterale “Sulle orme di Michelangelo”, pensato per stimolare la creatività artistica fra i bambini e i ragazzi delle scuole, e da una doppia cerimonia finale. Il grande successo di partecipazione (sono oltre 1.200 gli artisti che hanno inviato le loro opere quest’anno) ha spinto infatti gli organizzatori a dividere la cerimonia di premiazione dei vincitori in due momenti distinti, che avranno luogo entrambi al teatro delle Scuderie Granducali, con ingresso riservato ai soli premiati e agli accompagnatori muniti di pass: sabato 18 alle ore 15 per le sezioni letterarie(poesia, narrativa e racconti); domenica 19 alle ore 10 per le arti visive (pittura, scultura, fotografia e digital art). Due giornate che vivacizzeranno la città con numerose e qualificate presenze artistiche da tutta Italia, i vincitori delle otto sezioni ospiti per una notte a Seravezza e due fecondi momenti conviviali sul territorio: la Cena degli Autori sabato ad Azzano e il Pranzo degli Artisti domenica a Querceta. Fra i protagonisti della doppia cerimonia alle Scuderie, oltre al sindaco Riccardo Tarabella e alle autorità comunali, ci saranno i due presidenti di giuria – Lorella Pagnucco Salvemini, direttore della rivista ARTEiN World, una delle più affermate testate internazionali d’arte contemporanea, e l’artista e poeta Simone Domeniconi –,galleristi, professionisti e personalità del mondo culturale e artistico versiliese e toscano. Presenterà l’evento Barbara Benedetti, presidente dell’associazione culturale “Arte per Amore” e del concorso.
Il Premio Internazionale “Michelangelo Buonarroti” gode del patrocinio di tutti i comuni versiliesi e della Regione Toscana, si articola in otto sezioni (poesia singola inedita, libro di poesie edito, narrativa, racconti, pittura, scultura, fotografia, digital art) ed è aperto a professionisti e non professionisti. Oltre che dall’Italia, i partecipanti provengono quest’anno da Francia, Spagna, Germania, Argentina, Cina, Polonia, Inghilterra ed ex Jugoslavia. Le opere premiate nelle sezioni artistiche saranno esposte al piano nobile di Palazzo Mediceo dal 18 al 26 novembre (orario feriale di apertura: 16-20; festivo 10:30-12:30 e 16-20; ingresso libero). A cura degli organizzatori verranno inoltre pubblicati un catalogo generale e un’antologia letteraria.
Tra i premiati figurano alcuni artisti ed autori versiliesi, così come principalmente versiliesi sono le scuole premiate nell’ambito del concorso collaterale “Sullle orme di Michelangelo” centrato su poesia, racconti, pittura e fotografia e ispirato anche in questo caso alla figura di MIchelangelo. La cerimonia si terrà venerdì 17 novembre alle ore 10:30, sempre alle Scuderie Granducali. Saranno premiate una classe della scuola elementare del Frasso, due classi della primaria di Ripa, una della scuola di Vaiana e alcune classi dell’istituto superiore “Giovanni Caboto” di Chiavari. A queste scuole verranno anche donati tutti i libri di poesia e narrativa in concorso. Tra i riconoscimenti speciali assegnati nell’ambito del Premio si segnalano quello della critica, quello intitolato a Marta Gierut e quello messo in palio dal Museo “Ugo Guidi”.
Ecco i nomi dei primi classificati di ogni sezione: Emiliano D’Angelo (di Teano, Caserta) con “Meditazione su un tema di Grünewald”, sezione “Poesia singola inedita”; Piero Schiavo (di Bologna) con “Dissolvenze”, Giuliano Landolfi Editore, sezione “Libro di poesie edito”; Piko Cordis (di Ascoli Piceno) con “Terribilità”, sezione “Racconti”; Remigio Starz (di Las Palmas de Gran Canarias) con “Niñas degli Oceani”, Edizioni Romana Editrice, sezione “Libro di narrativa edito”; Elena Prosperi (di Sesto Fiorentino) con “Particolare della “Pietà di Michelangelo”, sezione “Pittura”; Patrizio Mancin (di Val della Torre, Torino) con “El Musef”, sezione “Scultura”; Carla Daneluzzi (di Villaguardia, Como) con “Spitzkoppe”, sezione “Fotografia”; Francesca Angelica Floresta (di Tremestieri Etneo, Catania) con “La Danza dell’Ape”, sezione “Digital Art”.
Questi, invece, i vincitori del Premio speciale “Michelangelo Buonarroti – Città di Seravezza”: Bruno Coveli (di Villalagarina, Trento) con la poesia “Seravezza”; Alessandro Colosimo (di Viareggio) con il racconto “Escursionisti scacchisti (tre uomini sulle Apuane pure senza cane)”; Elena Prosperi (di Sesto Fiorentino) con il dipinto “Particolare della “Pietà di Michelangelo”; Francesco Fai (di Bernalda, Matera) con la scultura “Lo stupefacente panorama della fine del tempo”; Samuele Marsili (di Massarosa) con lo scatto “Marble foto 2”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: