Premio Massarosa, selezionati i finalisti

0

MASSAROSA – ( di Alessandra Delle Fave ) – La giuria tecnica ha selezionato le cinque opere finaliste che si contenderanno il premio sabato 26 settembre al teatro Vittoria Manzoni

Andrea Maggi “Morte all’acropoli” (Garzanti)
Paolo Marino “Strategie per arredare il vuoto” (Mondadori)
Marco Peano “L’invenzione della madre” (Minimum fax)
Carmen Pellegrino “Cade la terra” (Giunti)
Nadia Terranova “Gli anni al contrario” (Einaudi)

Questa la cinquina finalista che si contenderà sabato 26 settembre alle 21,15 al teatro Vittoria Manzoni di Massarosa, l’assegnazione del XXVIII Premio Letterario Massarosa.
“La giuria tecnica, presieduta dal presidente Giuliano Pasini, vincitore dell’edizione 2012,
dalle nuove giurate Bianca Garavelli e Valentina D’Urbano e da Stefano Santini – sottolinea il consigliere delegato alla cultura Federico Pierucci- ha selezionato queste cinque opere tra tutte quelle pervenute. Adesso i libri saranno consegnati ai giurati e alle giurate popolari per la lettura in modo da poter poi esprimere un giudizio durante la serata finale. Ricordo che quest’anno tra le novità ci sarà anche l’assegnazione di un premio speciale per la grafica di copertina, che sarà assegnato da una giuria di esperti del settore grafico/artistico. Una novità che si affianca a quella introdotta lo scorso anno del premio assegnato dalla giuria tecnica affiancato a quello decretato dalla giuria popolare”.
Il Premio Letterario Massarosa, prestigioso evento culturale che ha fatto la storia della comunità massarosese, può essere considerato uno dei premi letterari più antichi d’Italia.
La prima edizione della manifestazione, istituita per premiare un racconto inedito e favorire la produzione letteraria, risale infatti al lontano 1947, ad opera di un gruppo di “scapigliati” studenti universitari.
Il premio, interrotto nel 1970, è ripartito nel 2004 con la XVIII edizione vinta dall’opera “Gli occhi sul samovar” di Lorella Pagnucco Salvemini. Nel 2005 Francesca Romana De Angelis con “Solo per vedere il mare” si aggiudicò il premio mentre l’edizione del 2006 fu conquistata dalla giovanissima Sara Moscardini con “Giovanna, storia di un’ausiliaria fascista”. Nel 2007 la vittoria è andata a Leonard Morava con “Le rose si vendicano due volte”, nel 2008 è stato Salvo Sottile con “ Maqeda”, nel 2009 ad aggiudicarsi il premio è stato Christian Frascella con “Mia sorella è una foca monaca”.
Nel 2010 il premio andò a Donato Carrisi con “Il suggeritore” , nel 2011 ad Alessandro Mari con “Troppo umana speranza”, nel 2012 Giuliano Pasini a trionfare con “Venti corpi nella neve” nel 2013 a Riccardo Gazzaniga con “A viso coperto “ mentre l’ultima edizione del 2014 è andata a Novita Amadei con “Dentro c’è una strada per Parigi” edito da Neri Pozza.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: