Presi i topi d’auto, battute palmo a palmo le zone “calde” i due sono finiti nei guai

0

VIAREGGIO – A identificare, e denunciare, gli autori di tre episodi di furto aggravato in danno di auto in sosta in centro a Viareggio sono stati gli agenti del Commissariato di Polizia di Viareggio. A beccarsi una denuncia sono stati tre cittadini del Marocco, S.M. e J.Y., rispettivamente di 31 e 24 anni. Il fatto risale allo scorso 7 ottobre, quando una telefonata arrivata al 113 segnalava la presenza di due loschi figuri che si stavano aggirando nel parcheggio dell’ex gasometro, tra via Pucci e via Puccini.
Quando la pantera era arrivata sul posto aveva visto i due allontanarsi dal luogo del misfatto. Notata la polizia, infatti, i manigoldi si erano dileguati nel buio della notte, lasciando in terra parte della refurtiva. Se sono stati rintracciati è grazie agli inconfondibili segni di riconoscimento, subito notati dagli agenti: i capelli a cresta e alcuni lividi, ben visibili a occhio nudo, frutto di una precedente aggressione subita da uno dei due e un recente controllo da parte della Polizia.  Battute palmo palmo le zone “calde” i ladri sono stati rintracciati, uno è stato scovato in via Nicola Pisano mentre nascondeva altra refurtiva, l’altro era bello tranquillo a passseggio in centro con un connazionale.

 

 

 

No comments