Prete con migranti in Piscina, FN: “Controlleremo la messa”. Il Vescovo: “Stiamo oltrepassando i limiti”

0

PISTOIA – Forza Nuova dice di voler organizzare una presenza consistente per ‘controllare’ la messa di domenica prossima celebrata nel pistoiese da don Biancalani, il prete che aveva accompagnato alcuni migranti in piscina.

Questa la nota:”Ormai alcuni preti pensano che fare una foto con immigrati in piscina e lanciare anatemi contro i fascisti sia fare religione, peccato che per noi il motto Dio Patria Famiglia sia oggi più che mai valido e di certo non lasceremo questi principi alla berlina di chi, più che alla dottrina cattolica, si rifà alle perverse idee del lobbista Soros. Non si può nascondere l’emorragia di fedeli in questa Chiesa che in nome di una falso antirazzismo si dimostra tremendamente razzista verso il popolo italiano. Ormai le parrocchie si svuotano perché sempre più banalmente radical chic e si deve compensare la perdita con una patetica pseudoliturgia immigrazionista in piscina- Visto che don Biancalani afferma di interpretare alla lettera la dottrina cattolica, i militanti forzanovisti assisteranno domenica prossima, 27 agosto, alla S. Messa proprio nella parrocchia di Vicofaro a Pistoia, per vigilare sull’effettiva dottrina di don Biancalani. La religione di questo prete più che a quella autenticamente cattolica assomiglia a quella filosofia mondialista che vorrebbe sovvertire l’ordine naturale ogni popolo ha la sua terra ed ogni terra ha il suo popolo, essere contro questa ovvietà naturale significa essere contro l’ordine naturale e, come direbbe Chesterton, siam pronti a sguainare le spade per dimostrare che due più due fa quattro e che le foglie son verdi d’estate”.

Il vescovo di Pistoia, Fausto Tardelli, reagisce annunciando che la celebrazione sarà presieduta dal suo vicario generale. “Credo che qui si stiano davvero oltrepassando i limiti. Spero solo che si voglia scherzare, anche se lo scherzo mi pare di cattivo gusto”, afferma il vescovo dopo il comunicato di Forza Nuova: “A Messa si va esclusivamente per partecipare con fede al divino sacrificio, ricevere la grazia di Cristo e imparare a vivere nell’amore fraterno. Ogni altra finalità ha qualcosa di sacrilego. Intanto annuncio che domenica prossima a Vicofaro, la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal mio vicario generale. Richiamo tutti con forza alla ragione, considerando la gravità di ciò che si vorrebbe fare. Da quello che leggo si vorrebbe profanare la Santissima Eucarestia con l’assurda motivazione di andare a controllare l’operato di un prete addirittura mentre celebra il Sacramento e facendo diventare la celebrazione eucaristica un teatro di contese e di lotta. Ricordo, perché sia chiaro che sull’operato di un prete, sul suo insegnamento e la sua azione pastorale giudice è il vescovo, che non si esime certo dal valutare con attenzione le varie situazioni. Nessun altro può prendere il suo posto. Chi ha da fare critiche le faccia sempre, con carità cristiana, al prete o al vescovo. Valutate le cose il vescovo prenderà i provvedimenti che valuterà doverosi o più opportuni”.

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: