Pucciniano off e defezioni, Santini: “Chi paga i danni d’immagine e economici?”

0
TORRE DEL LAGO – “Il Festival Pucciniano sta perdendo pezzi nel cartellone “Off”, quello dedicato agli spettacoli extra opera e che, da quest’anno, doveva essere un fiore all’occhiello per la fondazione lirica di Torre del Lago Puccini. A luglio 2014, sotto la presidenza di Adalgisa Mazza, era stato presentato un accordo pluriennale con la società Jaba di Milano che, dal 2015 al 2019, si impegnava a organizzare 8 spettacoli l’anno al Gran Teatro “Puccini”, per aprirlo anche a eventi pop-rock”. La nota stampa è di Alessandro Santini, consigliere dell’opposizione nelle file di Forza Italia: “
 Sul cartellone del “Pucciniano Off” 2015, intanto, vedo che gli appuntamenti riconducibili all’accordo in questione non sono 8 ma 5, per 6 serate: Dear Jack (4 agosto), Loredana Berté (6 agosto), Spandau Ballet (9 agosto), Il Volo (12 e 13 agosto) e Albano (31 agosto). Di questi, Dear Jack è stato posticipato al 19, i concerti di Loredana Berté e Spandau Ballet sono stati annullati senza possibilità di riprogrammarli; per fortuna le serate de Il Volo pare abbiano fatto sold out, mentre non ho notizie sulla prevendita di Albano (chi può darcene?).
In ogni caso, tutto questo “balletto” di date produce per il Festival sicuramente un danno d’immagine, poi il danno economico dei mancati introiti. Che sono quelli dei biglietti venduti (in percentuale con la società organizzatrice) ma anche dell’“affitto” del teatro. A quest’ultimo riguardo, quanti soldi erano previsti e non saranno incassati dalla Fondazione? Cosa disponeva l’accordo in caso di cancellazione degli eventi? La collaborazione è valida fino al 2019, ma ci sono clausole che ne prevedono la rescissione qualora la società non rispetti gli impegni presi (e ci staremmo già dentro, visto il numero di eventi inferiore a quello prefissato)? Queste domande sono rivolte alle parti che stipularono l’accordo ma le pongo all’attenzione anche dell’assessore alla cultura di Viareggio, Rossella Martina. In ogni caso, come consigliere comunale protocollerò a breve una richiesta di accesso agli atti per prendere visione dell’accordo di collaborazione stipulato a suo tempo dalla Fondazione Festival Pucciniano con questa società di Milano”.

No comments